“La giusta agricoltura”, contro sfruttamento e caporalato: l’incontro

“La giusta agricoltura”, contro sfruttamento e caporalato: l’incontro

Alternata SiLoS, Sud Pontino Social Forum, Circolo Arci Mediterranea organizzano una giornata sul tema del lavoro in agricoltura che si svolgerà oggi, venerdì, dalle 16 alle 21 a Formia, presso La Casa Giusta, bene sequestrato alla camorra e assegnato in gestione dal comune di Formia ad un gruppo di associazioni che si occupano di accoglienza e disabilità.

Parleremo di sfruttamento e caporalato, che purtroppo affliggono le campagne italiane, ma soprattutto conosceremo storie di lotta per l’affermazione dei diritti e per una agricoltura diversa: etica, solidale ed inclusiva. Ne discuteremo con i rappresentanti della CGIL che lavorano con i braccianti indiani dell’Agro Pontino, con gli attivisti del Centro Sociale Ex Canapificio di Caserta e il Movimento dei migranti e rifugiati di Caserta, che hanno dato vita ai primi scioperi dei braccianti stranieri in Italia, con i soci di NCO Nuova Cooperazione Organizzata che è un sistema di economia sociale e solidale che opera sulle terre sottratte alla camorra nell’alto casertano e con i produttori di Impronta Aurunca che è il primo sistema di garanzia partecipata del sud pontino”.

“Approfondiremo – continuano gli organizzatori – il ruolo della grande distribuzione che determina lo sfruttamento in agricoltura attraverso la visione del documentario ‘Le Catene della Distribuzione’, alla presenza di uno dei registi: Maurizio Franco. Gli ospiti avranno modo di assaggiare una genuina e buonissima degustazione di pasta autoprodotta da Impronta Aurunca e salsa della Cooperativa Sfrutta Zero. Per tutto il pomeriggio sarà possibile acquistare prodotti freschi e trasformati dei produttori di Impronta Aurunca”.

A PAGINA 2 – IL PROGRAMMA

Pagina: 1 2

Comments are closed.

h24Social