Tentato omicidio della moglie, a processo Costantino Di Silvio

Tentato omicidio della moglie, a processo Costantino Di Silvio

Fissato il processo per Costantino Di Silvio, detto Pesce, accusato di aver cercato di uccidere la moglie a colpi di pistola.

A metà luglio la donna venne ferita all’addome e a un braccio con tre colpi esplosi in via Helsinki dall’imputato, poi arrestato dalla Polizia.

La 44enne venne colpita mentre usciva dalla casa di alcuni parenti e operata d’urgenza dai medici dell’ospedale “Goretti”.

Di Silvio si era nascosto tra le auto parcheggiate e dopo aver sparato si era dato alla fuga alla guida di una Fiat Grande Punto grigia.

Rintracciato in centro, era stato bloccato e rinchiuso in carcere, con l’accusa di tentato omicidio.

Dopo essersi visto mandare a giudizio con rito immediato, Pesce ha optato per un processo con rito abbreviato, che consente lo sconto di un terzo della pena, e verrà giudicato il prossimo 5 dicembre dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Giorgia Castriota.

I difensori dell’imputato, gli avvocati Maria Antonietta Cestra e Giuseppe Lauretti, presentando una loro consulenza medico-legale, puntano a far cadere l’accusa di tentato omicidio, mentre la vittima si costituirà parte civile tramite l’avvocato Maria Belli.

Comments are closed.

h24Social