Fondi, danni da maltempo: si muovono Comune e Banca popolare. Aspettando la Regione

Fondi, danni da maltempo: si muovono Comune e Banca popolare. Aspettando la Regione

Danni incalcolabili a decine di aziende, non solo agricole, con l’ultima devastante ondata di maltempo che ha investito le terre pontine, ed in particolare il sud della provincia di  Latina. Una calamità vera e propria. Ed è proprio in tal senso che ci si sta muovendo con le autorità preposte, nella speranza di pronti risarcimenti. Tanto ai numerosi imprenditori ritrovatisi d’un colpo in ginocchio, quanto ai comuni cittadini che hanno visto le loro proprietà investite in maniera rovinosa dalla furia di acqua e vento. Aspettando gli indennizzi, si cerca intanto l’attuazione di forme di sostegno alternative. Tra fondi di garanzia ad hoc, agevolazioni bancarie e possibili sospensioni dei mutui in corso. 

“Ho incontrato diversi operatori agricoli presso le loro aziende fortemente colpite dal maltempo dello scorso 29 ottobre”, dice il sindaco fondano Salvatore De Meo. “In modo particolare è stata interessata la zona di San Raffaele dove alcune aziende sono state totalmente distrutte. Il Comune di Fondi ha subito segnalato alla Regione Lazio la necessità di riconoscere lo stato di calamità naturale e lunedì mattina incontreremo tutte le associazioni di categoria per condividere la ricognizione dei danni, per i quali insieme stiamo raccogliendo le varie segnalazioni, ma l’incontro servirà soprattutto per capire quali soluzioni concrete proporre alle istituzioni preposte per affrontare non solo la fase del risarcimento ma anche quella più importante e delicata della ricostruzione. Purtroppo abbiamo registrato danni non solo in agricoltura ma anche nelle strutture ricettive e balneari della costa oltre a tante abitazioni e strutture private e produttive di tutto il territorio.

Nel frattempo – continua il primo cittadino della Piana – abbiamo già chiesto alla Banca Popolare di Fondi, principale istituto del territorio, di valutare la sospensione dei mutui in corso degli imprenditori agricoli e di individuare strumenti finanziari agevolati che permettano alle aziende interessate di accedere rapidamente e con maggiore facilità al credito necessario alla ricostruzione delle strutture danneggiate. Mi risulta che la Banca Popolare di Fondi si stia già attivando a tal fine e che intenda partecipare attivamente, al fianco delle altre istituzioni, a sostegno delle imprese danneggiate. Stessa richiesta sarà inoltrata anche agli altri istituti di credito del territorio.

Come Comune stiamo valutando la possibilità di costituire un fondo di garanzia o strumento simile per supportare le richieste degli operatori e cittadini interessati. Chiediamo alla Regione Lazio, intervenuta sul posto nei giorni scorsi con la struttura tecnica ed oggi (sabato, ndr) con l’assessore Enrica Onorati, non solo di richiedere subito al Governo lo stato di calamità naturale ma di proporre misure straordinarie ed in deroga per sostenere realmente le aziende che altrimenti rischiano di non ripartire dopo questo evento calamitoso”.

Comments are closed.

h24Social