Pallamano, mura amiche stregate per la MFoods Carburex Gaeta

Pallamano, mura amiche stregate per la MFoods Carburex Gaeta

 Non c’è due senza tre. Ma stavolta, purtroppo, non parliamo di vittorie. La MFoods Carburex Gaeta rinvia nuovamente l’appuntamento con il successo interno, ed è costretta ad arrendersi al cospetto di un Trieste che, al contrario, conserva il secondo posto in classifica festeggiando la quarta vittoria consecutiva. Dopo la brillante e convincente prestazione di Bolzano, il gruppo laziale non riesce a ripetersi, pagando un inizio poco lucido e i troppi errori commessi, ritrovandosi ad inseguire gli avversari per l’intero arco dell’incontro, senza però conquistare mai un vantaggio.

Nonostante la buona prova di un ispirato Amato, sia in difesa che in attacco (top scorer tra i suoi a quota 6), che ha mantenuto i gaetani a galla fino alla metà della ripresa, i ragazzi di Pucelj hanno saputo senza sbavature punire i padroni di casa nei momenti più delicati del match, amministrando poi il distacco fino alla sirena finale.

LA CRONACA – Primi dieci minuti da dimenticare per i pontini, che non riescono a contenere le immediate incursioni ospiti né a sfruttare a proprio favore i tiri dai 7 metri, obbligando coach Onelli al primo time out sul 2-6. L’effetto sembra essere quello sperato, perché con un parziale di 4-0 il Gaeta conquista al 14’ la parità, 6-6. La formazione giuliana, però, non si lascia sorprendere, ritornando sul +3 grazie alla coppia Hrovatin-Lekovic (quest’ultimo miglior realizzatore tra i suoi a quota 7). A piccoli passi, i locali trovano la forza per reagire tornando al pari con Marino, 11-11, ma negli ultimi cinque giri di lancette gli alabardati individuano la strada giusta per un nuovo mini-break di 3-0 che vale l’11-14 con cui si va al riposo.

Il ritorno in campo sorride a Ponticella e compagni, che sfruttano la doppia superiorità numerica con Di Giulio e si riportano sul -1, 13-14. È solo un’illusione, perché da questo momento parte la vera fuga triestina, che nel giro di sette minuti tocca il +6, 14-20. Amato e Marino provano a replicare, ma sono troppi gli errori commessi in fase di costruzione e anche un pizzico di sfortuna ci mette del suo, usando lo zampino di pali e traverse. Stavolta neanche il time out porta beneficio, Visintin e soci scappano via, guadagnando prima il +7, 18-25, e poi il +8, 20-28, massimo vantaggio del match, al 24’. Il tempo che resta non è abbastanza per ricucire lo strappo, e permette solo di rendere il finale un pizzico meno amaro sul 23-29.

IL COMMENTO DI COACH ONELLI – «A differenza di quanto succede in trasferta, forse in casa abbiamo troppa foga, troppa voglia di fare ma otteniamo l’effetto contrario, buttando via palloni a ripetizione. Sapevamo che con Trieste sarebbe stata difficile, aggiungendo i problemi avuti in settimana con il campo e gli infortuni dell’ultima ora di Bettini e Mougits, ma non è una scusante perché avremmo potuto di sicuro fare molto meglio. A deludermi in modo particolare è stata la difesa, poi abbiamo commesso troppi errori ed il Trieste era pronto a punirci. Devo fare i miei complimenti ai nostri avversari, una squadra quadrata, ben allenata, di carattere e capace di rispondere a qualunque tipo di difesa. Per il prossimo impegno sono comunque fiducioso, ci aspetta una settimana in cui lavoreremo senza sosta, sia dal punto di vista mentale che fisico, per presentarci al meglio al derby col Fondi, un team in ripresa che ha avuto una settimana in più di noi per preparare questa partita, ma noi possiamo farcela come abbiamo dimostrato l’anno scorso e come abbiamo dimostrato a Bolzano di non aver paura di nessuno».

PROSSIMO APPUNTAMENTO – La prossima sfida dei biancorossi sarà proprio contro i cugini rossoblù, reduci da un turno di stop a causa del rinvio della gara col Fasano, che ha atleti impegnati nelle Olimpiadi giovanili in corso a Buenos Aires. L’appuntamento è per domenica 14 ottobre, con fischio d’inizio alle 17.15, e vedrà la presenza delle telecamere di Sportitalia che trasmetteranno il match in diretta tv (canali 60 DTT e 225 SKY).

MFOODS CARBUREX GAETA – TRIESTE 23-29 (p.t. 11-14)

MFOODS CARBUREX GAETA: Scavone, Amendolagine, Di Giulio 4, Cascone, Bettini, Ponticella 2, Uttaro, Marino 2, Ciccolella, Pantanella, Lombardi 3, Amato 6, Mougits 2, Antonio 2, La Monica 1, Miceli 1. All. Medina-Onelli

PALLAMANO TRIESTE: Radojkovic 5, Hrovatin 3, Sandrin 1, Muran, Pernic 4, Modrusan, Di Nardo 2, Carpanese, Dovgan 2, Allia, Visintin 4, Milovanovic 1, Miskovic, Lekovic 7. All. Pucelj

ARBITRI: Cosenza-Schiavone

Comments are closed.

h24Social