Donazione degli organi, prosegue l’opera di sensibilizzazione del Comune di Gaeta

Donazione degli organi, prosegue l’opera di sensibilizzazione del Comune di Gaeta

Prosegue l’opera di sensibilizzazione degli uffici del Comune di Gaeta nei confronti dei cittadini maggiorenni i quali hanno la possibilità di dichiarare, al momento del rinnovo della nuova carta di identità elettronica, la propria volontà in materia di donazione di organi e tessuti. I recenti dati riportati dal sito del Centro Nazionale Trapianti del Ministero della Salute che si riferiscono alle dichiarazioni di volontà rilasciate nella Provincia di Latina, attestano al Comune di Gaeta una percentuale di consensi alta, ad oggi, dell’85.9%.

“Un dato in continua crescita – commenta il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano – che dimostra come la campagna informativa messa in atto sul territorio e gli incontri formativi rivolti al personale preposto, confluiscono in una fattiva opera di sensibilizzazione che proseguirà con maggiore incisione. La nuova carta di identità elettronica rappresenta non solo un’innovazione dal punto di vista tecnologico ma anche un percorso culturale e di sensibilizzazione su tematiche importanti. Indicando la volontà di donare i propri organi, diamo così speranza a quelle persone in attesa di trapianto, salvando la vita altrui. Risultati importanti che si raggiungono attraverso il lavoro di squadra e la sinergia con i volontari del gruppo AIDO “A. Costantino” ed i referenti del SIT, Sistema Informativo Trapianti, a cui rivolgo un sentito ringraziamento”.

“L’alta percentuale di consensi registrati – precisa il Presidente della Commissione Cultura e Sanità Gianna Conte – presso la nostra Amministrazione comunale ed elaborati poi nel Sistema Informativo Trapianti, è il frutto di un lavoro sinergico tra i vari attori coinvolti: dagli Ufficiali dell’Anagrafe alle associazioni del territorio. La donazione degli organi rappresenta una scelta consapevole ed importante, una sfida impegnativa ma che garantisce a ciascuno di noi il diritto di vivere.

Il territorio sta lavorando in maniera proficua affinché la cittadinanza sia sempre più sensibile verso una cultura per la vita”. “Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti – aggiunge il Dott. Vincenzo Sinno Presidente AIDO gruppo comunale di Gaeta – perché siamo di fronte ad una scelta consapevole importante in quanto siamo noi a decidere dei nostri organi quando non ci serviranno più. Attraverso la donazione molte patologie un tempo ritenute irreversibili, oggi giungono a guarigione grazie al trapianto. L’intervento non solo rende curabile le malattie ma restituisce il cittadino alla vita normale”. Un plauso per il lavoro svolto e l’impegno nel perseguire l’opera di sensibilizzazione, arriva da Roberto Costanzi, Segretario Generale dell’Associazione “Malati di Reni”: “siamo soddisfatti del lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale e dagli operatori all’anagrafe del Comune di Gaeta. Questo significa che ai cittadini viene ben spiegato il significato della donazione degli organi e come pensiamo sempre noi associazione di malati, quando si spiega bene il cittadino risponde con la solidarietà che ci appartiene”.

Comments are closed.

h24Social