Rifiuti a Itri, contro l’inciviltà sensibilizzazione e maggiori controlli

Rifiuti a Itri, contro l’inciviltà sensibilizzazione e maggiori controlli

Continua l’attività dell’amministrazione comunale di Itri in tema di raccolta dei rifiuti. Gli ottimi risultati di rifiuti differenziati raggiunti portano la cittadina aurunca tra i primi comuni nel Lazio. “L’impegno in termini di risorse economiche ed umane è costante e l’obiettivo è quello di migliorare rispetto ai risultati raggiunti”, assicurano dal Comune. “Purtroppo ancora oggi qualche piccola minoranza della popolazione non è particolarmente attiva nel rispetto delle regole relative al conferimento ed è pertanto necessaria un’azione di sensibilizzazione da parte dell’amministrazione. L’intervento sarà su due fronti: il primo quello della informazione e l’altro purtroppo dell’aumento dei controlli da parte della polizia locale.

“L’ufficio ambiente inizierà con gli ispettori ambientali un’opera di controllo su quei soggetti che ancora non hanno ben capito come funziona il sistema della raccolta differenziata. Un’operazione necessaria per garantire il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
Sul fronte dei controlli la polizia locale sta continuando a tenere sotto controllo le zone a rischio, anche tramite l’ausilio di sistemi di videosorveglianza mobile”. Sono state infatti oltre 30 le sanzioni comminate nel solo periodo estivo dalla Polizia Locale di Itri relative sia all’abbandono indiscriminato che all’errato conferimento di rifiuti.

De Michelis e il sindaco Fargiorgio

“Abbiamo purtroppo rilevato il costante ricorso alla pratica dell’abbandono indiscriminato di rifiuti. Una situazione insostenibile di imminente pericolo ambientale – afferma il comandante della polizia locale, Raoul De Michelis – a cui facciamo fronte quotidianamente. Nei prossimi mesi verranno implementate nuove fototrappole nelle zone critiche”.

Per aumentare i controlli in materia ambientale, il Comune di Itri ha istituito nel luglio 2017 la figura dell’ispettore ambientale volontario comunale, soggetto deputato al controllo delle violazioni amministrative in materia ambientale. Sono già diversi i cittadini che hanno risposto all’appello del comune manifestando la propria disponibilità, a titolo di volontariato, per poter collaborare ai controlli.

C’è ancora qualche giorno di tempo per presentare la propria candidatura presso il comando della polizia locale. E’ fissato infatti per le 15 del 10 ottobre l’incontro presso l’aula consiliare ove verrà presentato il corso di formazione. Il corso, della durata di 50 ore, inizierà il 20 ottobre prossimo. Al termine del corso i candidati, prima di ottenere la nomina a ispettore ambientale volontario comunale, dovranno sostenere un apposito esame di idoneità. Il corso è stato organizzato dal Comune di Itri in collaborazione con l’Associazione Icaro Onlus che provvederà a formare, oltre ai volontari del Comune, anche le guardie zoofile regionali.

Sull’argomento il sindaco Antonio Fargiorgio è intervenuto affermando che “l’azione sinergica degli uffici dell’Ente sta portando i suoi frutti; nel fine ultimo di garantire alla nostra cittadina un efficiente servizio di raccolta dei rifiuti ed un ambiente salubre. Ringrazio quei cittadini che volontariamente si sono messi a disposizione per ricoprire l’incarico di ispettore ambientale volontario e l’associazione Icaro Onlus che si occuperà della loro formazione. Rivolgo inoltre un accorato appello a quei cittadini che si rendono responsabili dell’abbandono di rifiuti a non reiterare tali condotte facendoli riflettere sul costo sociale di simili comportamenti”.

Comments are closed.

h24Social