Villa al posto di una bottega artigiana: quattro indagati

Villa al posto di una bottega artigiana: quattro indagati

Ancora indagini e ancora indagati a Cori. E sempre sul fronte urbanistico. Ora per una villa sorta dove, secondo gli inquirenti, era prevista solo una bottega artigiana.

Tra ipotesi di permessi facili, controlli dubbi e favori, negli ultimi mesi in Procura a Latina sembrano convinti che a lungo più di qualcosa non abbia funzionato nell’ufficio tecnico comunale.

Accertamenti sollecitati dalla minoranza consiliare, da semplici cittadini e anche dagli stessi dipendenti dell’ente locale, con una serie di denunce incrociate.

L’ultima indagine in ordine di tempo ha così riguardato appunto una villa realizzata in zona artigianale, in località Sant’Angelo, dove sarebbero ammessi solo “insediamenti produttivi”, dunque spazi utilizzati dagli artigiani per il loro lavoro.

I carabinieri forestali del Nipaf, fatti alcuni controlli, hanno verificato che in una prima Dia e successivamente con una scia in variante, in pratica le dichiarazioni che vengono fatte per costruire, il proprietario e il progettista dell’immobile avevano assicurato di voler realizzare un opificio per la lavorazione del legno.

Gli investigatori hanno però trovato lì una villa e appurato che prima del loro intervento tanto la polizia locale quanto l’ufficio tecnico non avrebbero fatto particolari contestazioni.

Il sostituto procuratore Giuseppe Miliano, ipotizzando violazioni alle norme urbanistiche, falsi e omissioni, ha così indagato nuovamente la ormai ex responsabile dell’ufficio tecnico comunale, l’architetto Vincenza Ballerini, il proprietario dell’immobile, un avvocato sposato con una consigliera comunale di maggioranza, particolare quest’ultimo oggetto di approfondimenti da parte degli inquirenti, il progettista e il costruttore.

Accuse che vanno ad aggiungersi a quelle mosse di recente sempre dai magistrati di Latina su altre costruzioni autorizzate a Cori, sia civili abitazioni che attività commerciali, secondo gli inquirenti frutto di abusi e seguendo quasi sempre lo stesso copione. E altre indagini sul centro lepino sono in corso e già in una fase avanzata.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social