Cessione Coop, la protesta del sindacato rinvia Cda. Attesa per incontro al Mise

Cessione Coop, la protesta del sindacato rinvia Cda. Attesa per incontro al Mise

La protesta dei lavoratori funziona: per ora è slittata la questione delle possibili cessioni delle Coop.

In una nota, il sindacato Uilctus racconta della protesta, iniziata salendo sui bus alle 3.30 del mattino da Aprilia, Latina e dalla Ciociaria. “Abbiamo interrotto CDA Unicoop gridando che era inaccettabile decidere prima di un incontro Ministeriale fissato, incontro al MISE (Ministero Svuluppo Economico) è fissato per Mercelodì 26 settembre – si legge nella comunicazione del sindacato – Se deliberavano oggi le cessioni sarebbe stato inutile il tavolo ministeriale”.

Sul posto della protesta – secondo quanto riportato dal sindacato – ha fatto breccia il blocco dell’Aurelia, quello dei camion per lo scarico merci nonché blocco dell’entrata dei componenti del consiglio d’amministrazione. “Un’imponente manifestazione che ha fatto fare il passo indietro ad  Unicoop Tirreno – spiegano dall’Uilctus – la forte tensione ha aperto il tavolo di confronto al 2ᵒ piano del palazzo della sede”.

ll passo indietro al CDA – spiegano dal sindacato, che citano in alcuni passaggi anche i colleghi della Cigl – aè una vittoria solo per oggi che contribuisce al confronto di Mercoledi 26 al Ministero, il blocco di oggi continuerà con la mobilitazione sciopero sotto il MISE a Roma, dove saremo in tantissimi per continuare e rivendicare le giuste ragioni dei lavoratori nei confronti di una Coop in fuga dal Sud del Lazio senza spiegazioni e con tanti lati oscuri.”

Comments are closed.

h24Social