Omicidio stradale, respinto il ricorso di Consalvi: il giovane resta in carcere

Omicidio stradale, respinto il ricorso di Consalvi: il giovane resta in carcere

Il Tribunale del Riesame di Roma ha respinto l’istanza di riesame avverso il provvedimento con il quale il G.I.P. del Tribunale di Latina, dott. Giuseppe Cario, in data 27.07.2018 ha applicato nei confronti di Consalvi Alessio la misura cautelare della custodia in carcere, ritenendo sussistenti, a suo carico, gravi indizi di colpevolezza in ordine ai reati di “omicidio stradale” ai danni di Valentina Picca e di “lesioni personali stradali gravissime” ai danni delle sue figlie minori.

Il provvedimento scaturì a seguito di attività d’indagine condotta dal personale del Nucleo Investigativo di questo Provinciale, sotto la direzione del Sost. Proc. della repubblica, dott. Carlo LASPERANZA.

La misura era stata impugnata dai legali del giovane, i quali avevano chiesto per il proprio assistito l’annullamento dell’ordinanza o, in subordine, l’applicazione di altra misura gradata quale gli arresti domiciliari o l’obbligo di presentazione alla P.G.

Il Collegio ha confermato l’intero impianto accusatorio contenuto nelle carte dell’ordinanza, ritenendo idonea la misura custodiale applicata dal G.I.P., che impedisce, pertanto, al Consalvi ogni possibile libertà.

Comments are closed.

h24Social