Legambiente Terracina, ultimi due Archeotour per la rassegna estiva “Appia Day”

Legambiente Terracina, ultimi due Archeotour per la rassegna estiva “Appia Day”

La escursione del prossimo 14 settembre con partenza puntuale alle ore 18.00 all’ingresso del Sentiero del Tempio, davanti al Parco della Fossata, con percorso guidato a cura del Circolo Legambiente Terracin, in collaborazione con CoopCulture e con il patrocinio del Comune di Terracina e del Parco Regionale dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi, oltre ad una bella passeggiata storico-naturalistica e archeologica di circa 2,5 ore rappresenta una occasione civica per rimettere al centro dell’agenda ambientale e culturale cittadina, provinciale e regionale il Sito di Importanza Comunitaria di Monte Sant’Angelo (solo recentemente dichiarata Zona di Conservazione Speciale (ZSC) con decreto ministeriale del 27/12/2016 ai sensi del Regolamento recante attuazione della direttiva 92/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonche’ della flora e della fauna selvatiche) e il suo simbolo famoso nel mondo del Tempio di Giove, abbandonato dal devastante incendio del 2015, riaperto dal Circolo a febbraio di quest’anno e manutenuto in collaborazione con il Parco. Due guide naturalistiche del Circolo, Michele Forte e Roberta Foscarin, guideranno sul sentiero alla ricerca di specificità botaniche e racconteranno la storia e la geologia del Sentiero mentre Coopculture guiderà una visita del Tempio di Giove all’imbrunire con la possibilità di godere del tramonto del Sole e del sorgere della Luna.

L’archeotour dedicato alla Via Appia traianea del 15 settembre, sempre a cura del Circolo Legambiente, con il contributo del team archeologico del Comitato Appia Day formato da Anna Giannetti, Gabriele Subiaco e Giulio Basile, prevede la partenza dal Parco del Montuno alle ore 18.00, con visita guidata che descrive l’importanza archeologica del Parco, perfettamente inserito nel disegno del Porto Traianeo, continuando il percorso lungo tutta l’Area Archeologica del Porto Traianeo, fino ad arrivare a Villa Salvini, dove potremo ammirare i resti molto ben conservati dell’Appia Traianea. Si prosegue poi per la strada panoramica fino al Museo della Città dove avremo l’accesso e la visita guidata a cura di Coopculture al più antico miliare ritrovato dell’Appia (ritrovato proprio a Villa Salvini per fortunata coincidenza) e alle sale dedicate all’Appia nel Museo sito nel Palazzo della Bonificazione Pontina.

“Il nostro Circolo continua a perseguire, dopo vari e importanti eventi e rassegne degli anni scorsi, e avvalendosi della preziosa collaborazione con il Comitato nazionale Appia Day e con Coopculture, l’obiettivo della valorizzazione ecoarcheologica di Terracina come “La Regina della Via Appia”, – afferma Anna Giannetti, presidente del Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” – a partire dal Parco del Montuno (luogo di appuntamento e prima visita per quasi tutti gli eventi), appena riaperto con il grande contributo civico e l’impegno del Circolo, e ora in Convenzione, con la possibilità di attraversare tutti gli snodi dell’Appia Traianea e costiera, con l’ apertura al pubblico di Villa Salvini, villa storica e patrimonio unico cittadino mai aperto prima al grande pubblico, anch’essa riaperta grazie al contributo civico del Circolo e ora in Convenzione, e risalire su verso l’Appia Claudia, fermandosi al Museo della Città proprio per approfondire la storia della Via Appia con il più antico miliare mai ritrovato della Via Appia, recentemente restaurato e riaperto alla visione del pubblico proprio presso il Museo a Terracina, fino al Santuario del Tempio di Giove, attraversando il Parco degli Ausoni e il prezioso SIC (ora ZSC) di Monte S. Angelo, ricco di natura, lungo tutto il tracciato dell’Appia.

Comments are closed.

h24Social