Condanna definitiva per la moglie che prese il marito a chiavi in faccia

Condanna definitiva per la moglie che prese il marito a chiavi in faccia

Condanna definitiva per la moglie che prese il marito a chiavi in faccia.

In fase di separazione, la formiana C.P., 48 anni, lanciò un mazzo di chiavi contro il coniuge, colpendolo al volto.

L’uomo, C.A., che insieme alla moglie gestiva una società, denunciò quest’ultima.

La donna, l’11 maggio 2015, venne così condannata, con l’accusa di lesioni personali, dal giudice di pace di Gaeta.

C.P. venne inoltre condannata anche a risarcire l’ex marito, costituitosi parte civile.

Una sentenza confermata l’anno scorso dal Tribunale di Cassino e ora dalla Corte di Cassazione.

L’imputata aveva battuto su presunte testimonianze contraddittorie e sostenuto di essere stata aggredita dall’ex prima di colpirlo.

Spiegazioni respinte dai giudici.

Il ricorso è stato dichiarato inammissibile e C.P. condannata sia a pagare le spese processuali che a versare duemila euro alla Cassa delle ammende.

Comments are closed.

h24Social