Parco inclusivo a Cisterna, il Comitato promotore incontra l’assessore al Welfare

Parco inclusivo a Cisterna, il Comitato promotore incontra l’assessore al Welfare

Un incontro cordiale e all’insegna della massima collaborazione quello svoltosi ieri pomeriggio in comune tra l’Assessore al Welfare Federica Felicetti e una delegazione del Comitato Promotore Collina Dei Pini che lo aveva richiesto dopo l’istanza dei mesi scorsi, riguardante il progetto del parco inclusivo. Nell incontro l’assessore Felicetti ha sottolineato con forza l’assoluta disponibilità ed apertura al dialogo da parte dell’ amministrazione comunale.

“Le parti sociali – ha spiegato l assessore– rappresentano un interlocutore importante per comprendere le istanze che provengono dal basso e considerarle all’atto di assumere scelte e decisioni”. La Felicetti ha ribadito che gli obiettivi che vedono impegnati l’Amministrazione e il Comitato sul fronte dell’ abbattimento delle barriere architettoniche sono comuni e che non serve il muro contro muro, essendo più costruttiva una riflessione maggiormente ponderata e purché l’interlocuzione sia civile, corretta e leale. Nei prossimi giorni l’amministrazione si impegnerà per vedere se ci sono le risorse per portare a termine il progetto del parco inclusivo presentato dal comitato Collina Dei Pini, attivando tutti gli strumenti a loro disposizione e che consentiranno di dare risposte ai bisogni di tutti i cittadini”.

L’assessore ha confermato che per realizzare questo progetto, l amministrazione si impegnerà anche nel cercare bandi regionali ed europei per la sua realizzazione. Ad illustrare il progetto del Comitato sono stati i portavoce Crispino, Fanicchia e Magagna, che hanno chiesto all’Assessore Felicetti ed all’Amministrazione comunale una presa di posizione forte per rispondere alle esigenze dei portatori di handicap in città. Esiste un parco pubblico inutilizzato e in condizioni di degrado – hanno rimarcato i membri del comitato- e noi abbiamo sempre sostenuto progetti per il bene comune e questo è un passaggio importante per fornire il parco e la citta’ di giochi inclusivi, invertire la rotta e ridare dignità alle persone, avviando inoltre una sperimentazione che può essere riprodotta anche per altre aree verdi del comune.

“Non abbiamo bacchette magiche – ha ribadito la Felicetti – ma, consapevoli delle necessità e delle prevaricazioni che posso verificarsi in un settore particolare come quello dell’emergenza delle barriere architettoniche. Si tratta, ovviamente, di un percorso graduale che prevede, però, anche un incremento di risorse nel nostro bilancio e di poter alleviare il disagio alle tante persone meno fortunate. L’assessore, ha poi ribadito, rispondendo ad una sollecitazione in tal senso del Comitato, che “è sempre ben alta l’attenzione dell’Amministrazione comunale e sottolineando, però, che “non si tratta di un percorso semplice, anche perché l’ amministrazione è sempre protesa nello sforzo di contemperare le diverse priorità ed esigenze della città.

E’ importante che gli incontri futuri continueranno con serenità e basati sulla correttezza da ambo le parti.

Comments are closed.

h24Social