Sabaudia: piovono le critiche del consigliere Secci sull’amministrazione comunale

Sabaudia: piovono le critiche del consigliere Secci sull’amministrazione comunale

Incompetenza imbarazzante e improvvisazione oltre la decenza. Questo è stato il bilancio della seconda estate sabaudiana dell’amministrazione Gervasi. L’amministrazione è riuscita a trasformare la città delle dune in città della porchetta con continui street food che hanno tolto quell’eleganza che da sempre ha contraddistinto la nostra Sabaudia”.

Leggiamo e pubblichiamo l’intervento del consigliere di Forza Italia Giovanni Secci, che ha affidato ad una nota diffusa a mezzo stampa le sue critiche all’amministrazione comunale della città pontina.

Giovanni Secci

La squadra del “nuovo” è riuscita a ridicolizzare anche i fuochi d’artificio della festa di fine estate. Uno spettacolo pirotecnico per anni atteso da cittadini e turisti, provenienti anche dai comuni limitrofi, che lasciavano per quasi mezz’ora tutti con il respiro sospeso ed il naso all’insù ad ammirare quello spettacolo suggestivo di musica, suoni e colori che si fondevano in un tutt’uno (sono reperibili in rete gli spettacoli degli anni precedenti). Quest’anno i fuochi sono stati ridicolizzati con miseri otto minuti di piromusicale finta, deludendo profondamente le tante persone presenti in piazza.

Per non parlare del gravissimo episodio dell’ordinanza di divieto di parcheggio, vicino la Posta, redatto ed affisso in ritardo rispetto alle 48 ore prima dell’evento, come previsto dal codice della strada. Residenti e turisti hanno parcheggiato le auto, sicuri di non avere notato alcun divieto, lo stesso che hanno trovato, insieme alla multa sull’auto, quando sono tornati a prendere le loro vetture. Uno vergogna senza fine, addirittura con rimozioni coatte illegittime.

Lo scandalo dell’Amministrazione Gervasi non è solo questo.

La perdita di finanziamenti, ad esempio quelli già assegnati per la pista ciclabile di Sant’Andrea (320.000 euro), la passerella in legno tra il ponte e Caterattino quasi impraticabile, aumento di Tari, Cosap e tassa di soggiorno. E ancora, la pulizia della città e la manutenzione del verde quasi inesistenti, manifestazioni solo brutta copia delle precedenti edizioni, Arena del mare tornata ad essere un campo di gramigna, insomma, solo o quasi, iniziative di basso livello che rendono sempre più sciatta la nostra città.

Tutto questo lascia pensare molto, tanto da chiedersi: è il risultato di una imbarazzante incompetenza del “nuovo che avanza” oppure dietro c’è un disegno prestabilito per distruggere Sabaudia e la nostra economia?”

Comments are closed.

h24Social