Prima il coltello, poi le botte: aggredisce ripetutamente l’ex marito, denunciata

Prima il coltello, poi le botte: aggredisce ripetutamente l’ex marito, denunciata

Intervento quantomeno delicato, martedì sera, per gli agenti del Commissariato di Terracina. Tra uomini delle Volanti ed agenti in borghese, indaffarati per gli strascichi di una separazione coniugale. Ad alta, altissima tensione. 

Gli agenti, su richiesta pervenuta da una giovane tramite il 113, sono intervenuti presso un’azienda agricola ubicata in zona periferica. “La ragazza, alla vista dell’ennesima aggressione messa in atto della madre nei confronti del padre, genitori separatisi recentemente, aveva trovato riparo nascondendosi tra due serre, riuscendo a formulare la richiesta d’intervento”, spiegano dalla polizia.

 

“La madre, A.D. 49enne del luogo, non rassegnatasi alla separazione dal marito ed avendo mal accolto il mancato accoglimento da parte del giudice della separazione, relativamente alle richieste patrimoniali avanzate, da qualche giorno aveva attuato delle vere e proprie incursioni presso l’azienda di famiglia. Solo 5 giorni prima aveva impugnato un coltello con il quale aveva ferito l’ex marito ad un braccio. In quest’ultimo caso invece si era presentata in compagnia di un uomo con il quale, in concorso, aggrediva prima l’ex marito e poi un’altra figlia che sventuratamente non era riuscita ad allontanarsi in tempo come la sorella. L’intervento degli equipaggi del Commissariato consentiva di cogliere gli aggressori ancora sul luogo e di evitare che potessero portare a conseguenze ulteriori i loro intenti”.

Dopo le cure mediche prestate all’ex coniuge della donna e ad una delle figlie, entrambe trasportate all’ospedale ‘Fiorini’ di Terracina, gli agenti della squadra Anticrimine hanno la sequela di fatti accaduti grazie anche ad alcune testimonianze. All’esito degli accertamenti investigativi, in accordo con quanto disposto dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Latina, nei confronti della donna è stato disposto l’allontanamento urgente dalla casa familiare con divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalle persone offese.

La donna dovrà inoltre rispondere dei reati di lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia. L’uomo di cui si era avvalsa per il ‘blitz’ costatole la denuncia, è stato deferito per il reato di lesioni personali in concorso. E non solo: l’uomo, 51enne di origini campane, è stato allontanato dal territorio comunale con foglio di via obbligatorio e divieto di fare ritorno per tre anni presso il Comune di Terracina.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]