Due incendi nella notte, fiamme alle case popolari e in un negozio

Due incendi nella notte, fiamme alle case popolari e in un negozio

Due incendi nella notte tra Bella Farnia e Borgo San Donato, paura per i residenti. La distanza tra le case popolari di piazza Don Alessandro Milza a Borgo San Donato ed il negozio di generi alimentari su via Litoranea che si trova in prossimità dell’incrocio da cui si svolta per raggiungere il borgo, è davvero poca. Pochissima. In entrambi i casi l’allarme, nella notte appena trascorsa è scattato tra le due e le tre del mattino il che ha creato una situazione davvero complessa per le squadre intervenute.

I danni presso il negozio di generi alimentari sono stati piuttosto ingenti. Le fiamme sono divampate all’esterno dell’attività gestita da cittadini indiani, un incendio violento che distrutto gli espositori ed anche buona parte della copertura nonché della merce e anche l’ingresso del negozio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ed i carabinieri, al momento la pista più seguita sarebbe quella dell’incendio doloso anche in considerazione di alcuni riscontri avuti attraverso la videosorveglianza.

Sono invece in corso gli accertamenti per stabilire le cause dell’incendio divampato presso gli alloggi popolari a Borgo San Donato. Sull’accaduto è arrivata anche una nota dall’amministrazione comunale in cui si legge: “momenti di paura a Borgo San Donato per l’incendio alle case popolari. Due appartamenti siti in piazza Don Alessandro Milza, nella mattinata odierna sono stati invasi dalle fiamme, originatesi al piano terra e poi propagatesi al piano superiore. Nove le persone coinvolte, di cui quattro minori; tra queste, cinque sono state trasportate al pronto soccorso per l’eccessiva inalazione di fumo. Sul posto, i vigili del fuoco e i Carabinieri della stazione di Sabaudia per i rilievi del caso. Pronto anche l’intervento del sindaco Giada Gervasi e dei consiglieri Riccardi, Iorio e Avvisati, accorsi per accertarsi personalmente dello stato di salute delle persone e dello stato dei luoghi. Il primo cittadino ha subito attivato i Servizi Sociali del Comune, i quali hanno già avviato le dovute procedure soprattutto per garantire alloggio temporaneo alle famiglie coinvolte. I due appartamenti, infatti, di proprietà dell’Ater, sono stati dichiarati inagibili”.

Comments are closed.

h24Social