“Giovani anime antiche”, Giulia Tarquini ospite a ‘Libri nel Parco’

“Giovani anime antiche”, Giulia Tarquini ospite a ‘Libri nel Parco’

In molti la sua voce la conoscono già. E’ quella di Sansa Stark del Trono di Spade, di Isabella Laughland in Harry Potter e il principe mezzosangue e poi ancora abbiamo The Water Horse – La leggenda degli abissi, Hunger Games, Sofia la principessa – Il castello sul mare, Il libro della giungla, ma la lista delle serie tv e dei film in cui ha prestato la sua voce è davvero lunghissima. Stiamo parlando di Giulia Tarquini ospite questa sera (Domenica 15 luglio) della rassegna “Libri nel Parco” come autrice. A partire dalle 21.30 sarà infatti presentato a Piazza Tomassetti il libro “Giovani anime antiche” di Giulia Tarquini un evento promosso ed organizzato dall’associazione Sabaudia Culturando un incontro durante il quale sarà anche proiettato il docufilm che prende il nome dal libro, curato da Giovanni La Rosa. Moderano Angelo Favaro e Carla Valesini.

GIOVANI ANIME ANTICHE  Di cosa parla il libro? “Una voce. Questo è ciò che rende Dia una ragazza unica, speciale e… sola. Perché quella voce che ha nella testa da quando è nata nessuno può sentirla, a parte lei. Nessuno può capire perché ogni tanto si ritrova a parlare da sola, o a ridere come se qualcuno le avesse fatto una battuta. Perché quella voce è divertente, arrogante, affettuosa. Ma anche gelosa. Quella voce è Zaffiro. Ma cos’è davvero Zaffiro? Perché infesta proprio la mente di Dia? Notte dopo notte, sogni inquieti la turbano. Protagonisti di questi sogni sono un misterioso ragazzo, che lei non riesce mai a raggiungere e che sembra soffrire quanto lei, e un uomo, oscuro come l’armatura che indossa, inquietante come la maschera che gli cela il volto. Al risveglio, Dia dipinge ogni attimo che riesce a ricordare, sperando di dare un senso alle domande senza risposta che la tormentano da sempre. Dia dovrà scoprire come liberarsi dalla sua prigione. Una prigione cristallizzata dal tempo e cementata dalla colpa. Ma la forza dell’amore, lei scoprirà, può condurre ovunque. Anche all’impensabile”.

FARE CULTURA IN MODO “SINCERO” Insomma da scoprire c’è molto ma una cosa è certa, si tratta di una presentazione da non perdere davvero. Un altro appuntamento che alza il livello degli eventi dedicati alla cultura a Sabaudia e che si inserisce nella rassegna Libri nel Parco giunta alla sua quarta edizione. Il programma realizzato dal presidente dell’associazione Sabaudia Culturando, Ilaria Pallocchini e dai soci, riscuote sempre grande successo alternando libri di emergenti spesso del territorio ad autori più noti, un modo di fare cultura sincero e senza troppi fronzoli ma sempre con la professionalità di chi ha un’esperienza decennale. Basti pensare alla serata di ieri presso il Belvedere dove un pubblico di circa 200 persone ha partecipato alla presentazione del libro “Il canaro della magliana” di Massimo Lugli ed Antonio Del Greco. In programma anche l’ultimo libro della giornalista Maria Latella il prossimo 21 luglio a partire dalle 21 al Belvedere.

 

Comments are closed.

h24Social