CasaPound sulla chiusura dei PPI: “Istituzioni facciano subito chiarezza”

CasaPound sulla chiusura dei PPI: “Istituzioni facciano subito chiarezza”

Non meno di 10 giorni fa, CasaPound ha acceso i riflettori sul silenzio assordante riguardante l’imminente chiusura dei Punti di Primo Intervento di Gaeta e Minturno, disposta dalla Regione Lazio in attuazione del decreto 70/2015″, scrivono dal coordinamento per il Sud pontino del movimento. “Chiedemmo a gran forza alle amministrazioni Comunali di Gaeta, Formia è Minturno di affrontare l’argomento coinvolgendo i rappresentanti delle Istituzioni regionali. Oggi apprendiamo che Gaeta ha convocato un consiglio comunale straordinario a cui parteciperà il presidente della Commissione Regionale Sanità. Oggi possiamo affermare che l’azione politica di CasaPound ha sortito i primi effetti in favore dei cittadini. Noi avevamo chiesto un Consiglio Comunale congiunto con i Comuni di Formia, Gaeta e Minturno, perché gli effetti negativi e le criticità della chiusura dei PPI riguarda anche quei nosocomi, pertanto auspichiamo che la seduta straordinaria di Gaeta non si riveli soltanto una ‘riunione di partito’ ma che deliberi atti concreti. Ci chiediamo infatti – continuano da CasaPound – perché ad esempio i sindaci del Golfo siano capaci di incontrarsi per le manifestazioni riguardanti yacht e moda e non per questioni di elevata importanza che riguardano la salute di migliaia di persone. Confidiamo che il sindaco Mitrano e l’intera assise, approvino un atto d’indirizzo concreto dove si ribadisca senza se e senza ma che i PPI del Golfo (non solo quello di Gaeta) non chiudano”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]