Touchdown, il processo a politici e imprenditori non riesce a partire

Touchdown, il processo a politici e imprenditori non riesce a partire

Il processo “Touchdown” non riesce a partire. Per l’ennesima incompatibilità da parte di uno dei giudici, il Tribunale di Latina ha rinviato l’udienza a carico di nove imputati al prossimo 20 novembre.

Sotto accusa politici e imprenditori accusati di aver ideato o di essere stati solo parte di un sistema corruttivo messo a punto attorno al Comune di Cisterna e poi esteso alla Provincia.

Imputati l’ex consigliere Filippo Frezza, l’ex vicesindaco e assessore all’ambiente Marco Muzzupappa, l’ex vicesindaco e assessore all’ambiente Alvaro Mastrantoni, l’ex assessore ai lavori pubblici Danilo Martelli, l’ex assessore ai trasporti Pierluigi Ianiri, gli imprenditori Andrea Caiazzo, impegnato con le coop Ima e In&Coop, Enrico Baccari, di Latina, della Beton Black, Stefano Ettorre, di Maenza, della Edil Scavi, e il procuratore speciale della ditta di igiene urbana Cisterna Ambiente, attualmente in liquidazione, Mauro Di Stefano, tutti arrestati a dicembre dai carabinieri e difesi dagli avvocati Orlando Mariani, Francesca Apponi, Luca Giudetti, Flaviana Coladarci, Oreste Palmieri, Luigi Pescuma, Maria Teresa Ciotti, Armando Argano e Laura Bove.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]