Fondi, ecco le priorità delle opere pubbliche: l’approvazione in consiglio comunale

In consiglio si è discusso anche della centrale unica di committenza, di debiti fuori bilancio e di regolamento comunale per la cremazione

Fondi, ecco le priorità delle opere pubbliche: l’approvazione in consiglio comunale

Si è svolto martedì 24 luglio, a partire dalle ore 9, il consiglio comunale di Fondi, riunitosi in seduta straordinaria. Diversi i punti all’ordine del giorno della massima assise civica, tra questi, spiccava sicuramente quello sul programma triennale delle opere pubbliche. Oltre al suddetto punto, diversi riguardanti l’aspetto economico, con debiti fuori bilancio, variazioni e assestamenti, nonché la questione della centrale unica di committenza e il regolamento per la cremazione e la dispersione o conservazione delle ceneri dei defunti.

Andando per ordine, al punto sul programma triennale delle opere pubbliche per il triennio 2018 – 2020 ed elenco per l’annualità 2018 – aggiornamento, si è parlato, per voce del Presidente della Commissione Lavori Pubblici Antonio Ciccarelli, che ha dato lettura di una serie di interventi, ritenuti strategici e urgenti, da realizzarsi per un importo complessivo di circa 11 milioni e mezzo di euro: parliamo di interventi come manutenzione strade, realizzazione parcheggio in via Mola di S. Maria; riqualificazione, miglioramento sismico, ristrutturazione e messa in sicurezza della scuola per l’infanzia Maria Pia di Savoia; riqualificazione, miglioramento sismico, ristrutturazione e messa in sicurezza dell’edificio scolastico Amante-Aspri; messa in sicurezza e caratterizzazione della discarica sita in località Quarto della Calce e denominata “Quarto Iannotta”, progetto di rigenerazione dell’area adiacente il mattatoio comunale e realizzazione di area attrezzata sportiva polifunzionale denominata F.A.S.T. – Fondi Action Sport Time. Il consiglio comunale – ha di fatto trovato il parere favorevole dei propri membri, così come era avvenuto in commissione. Peccato, però, che non sempre gli interventi in programma trovano spazio nella realtà, facendo spesso passare il programma triennale per le opere pubbliche come un libro dei sogni, che non sempre si realizza.

Dopo tutti i punti di materia economica, approvati i voti della maggioranza e l’astensione o l’assenza dall’aula del capogruppo del Movimento Cinque Stelle Bruno Sepe e di quello del Partito Democratico Mario Fiorillo, si è passati alla questione della centrale unica di committenza (CUC), che ha visto un lungo dibattimento e diverse posizioni emerse nel dibattito tra maggioranza e opposizione, salvo poi l’approvazione all’unanimità.

Infine, sulla base di una pratica sempre più comune in zona, si è approvato – anche questo all’unanimità – il punto all’odg sulla cremazione. L’approvazione del Regolamento – ha spiegato l’assessore Muccitelli – consente all’Amministrazione di poter agire con adeguata funzionalità ed efficacia nell’attuazione delle disposizioni normative. Si dotano in tal modo gli Uffici comunali, gli interessati e gli operatori del settore dello strumento attuativo per effettuare le relative operazioni propedeutiche e correlate alla cremazione”.

In chiusura di assise, si è discusso – su segnalazione del consigliere Bruno Sepe delle segnalazioni dei cittadini della presenza di mezzi a due ruote nell’area pedonale. Questione annosa, che passa anche attraverso il fatto che Fondi abbia l’area pedonale più grande della provincia ma la zona ciclabile praticamente inesistente. Ma malgrado ciò il sindaco ha fatto propria la segnalazione preannunciando la richiesta alla Polizia Municipale. Fiorillo, invece, ha fatto presente che l’Ufficio Scolastico Regionale ancora non ha affidato a un reggente la designazione di un dirigente per l’istituto Gobetti-De Libero. Infine ma non da ultimo, in una dibattimento tra Fiorillo e il sindaco De Meo si è discusso ancora una volta della questione dei terreni gravati da uso civico alla luce di una sentenza della Corte Costituzionale.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social