Ponza, si chiude il Camp per giovani cestisti

Ponza, si chiude il Camp per giovani cestisti

Il camp per giovani cestisti di Ponza si è concluso felicemente con la prestigiosa presenza di Novella Schiesaro, invitata da Paolo Iannuccelli, ideatore dell’evento insieme a Claudio di Ciaccio.  Da giocatrice ha dato lustro in Italia e nel mondo alla pallacanestro pontina e da allenatore ora lavora per la crescita di un gruppo di tante piccole cestiste, che ne vogliono ripercorrere le orme.

Novella Schiesaro racconta un passato colorato dalle casacche di Cesena, Parma, Schio, Alessandria, Viterbo e Pomezia, e di oggi. Un percorso che per 105 volte si è colorato anche di azzurro: con la partecipazione alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996,  un argento Europeo a Brno, un oro alle Universiadi in Giappone, scudetti, Coppe Campioni, Coppe Ronchetti, Supercoppe, Coppe Italia, titoli italiani giovanili nelle categorie allieve , cadette, juniores. Novella è stata insignita del prestigioso premio come miglior allenatore della Serie A3 Femminile 2012/13.

Cosa si prova a passare dal campo alla panchina e continuare a ricevere riconoscimenti? E’ la stessa Novella Schiesaro a spiegarcelo: “Allenare e giocare sono due mondi distinti e separati – dichiara – quando sei giocatrice quello che fai dipende da te, quando alleni dipende dagli altri. Certo gli anni vissuti sul campo hanno rappresentato una parte importante della mia vita, di cui ne faccio tesoro oggi che alleno. Diventare allenatore significa compiere quel saltino in più che ti porta a diventare responsabile della crescita sportiva e umana di un gruppo. Per questo, sono felice di trasmettere la mia esperienza a ragazze dalle grandi qualità”. Al palazzetto dello sport di Ponza Novella Schiesaro ha tenuto una breve lezione ai tanti giovani isolani presenti che hanno apprezzato la sua cordialità e competenza, applaudendola lungamente insieme alle loro famiglie.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social