Sub dato per disperso viene ‘beccato’ all’interno degli impianti di miticoltura: multato

Gli uomini della Guardia Costiera di Gaeta hanno sorpreso l'uomo intento a ad effettuare attività di pesca subacquea illegale all’interno dell’impianto di mitilicoltura

Sub dato per disperso viene ‘beccato’ all’interno degli impianti di miticoltura: multato

Nel pomeriggio di ieri, 1 luglio, i militari della Guardia Costiera sono stati impegnati nelle ricerche di un sub che era stato dato per disperso dai compagni di immersione nei pressi del campo di mitilicoltura della Rada di Gaeta.

A seguito quindi della segnalazione pervenuta alla sala operativa sul numero di emergenza in mare 1530, inerente la scomparsa di un pescatore subacqueo, sono state inviate sul posto l’unità di soccorso CP856 ed il battello B94 per le operazioni di ricerca. Le ricerche dei mezzi navali della Guardia Costiera di Gaeta consentivano l’individuazione del sub.

Il presunto sub scomparso era però in realtà, intento ad effettuare attività di pesca subacquea all’interno dell’impianto di mitilicoltura, attività vietata dall’Ordinanza 135/07 della Capitaneria di Porto di Gaeta.

Pertanto i militari, dopo essersi sincerati sull’ottimo stato di salute del sub, presunto disperso, procedevano ad elevare, a carico del sig. Z.A. di anni 33, residente nella provincia di Napoli, un verbale amministrativo di euro 2.000 per aver svolto pesca sportiva in zona non consentita.

Il prodotto ittico pescato, circa 4 kg, e l’attrezzatura da pesca sono stati sequestrati.

 

Numero gratuito di emergenza in mare: 1530, attivo 24 ore su 24.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]