Onlus, migranti “divorati”, raggiri. Il Gip: «Trattamento disumano»

«Un quadro indiziario di criminalità sistematica, affatto episodica, che va avanti da tempo», scrive il gip Campoli nel dare l’ok alle sei ordinanze di custodia cautelare, alcune delle quali a carico di colletti bianchi. Sottolineando, fra le altre cose: «Non possono essere disposte (…) misure non detentive in quanto le stesse consentirebbero agli indagati una eccessiva libertà di movimento e di frequentazioni e quindi li esporrebbe al pericolo della ripetizione della condotta criminosa».

Migranti: truffa e maltrattamenti. Arrestati sei gestori di Centri di Accoglienza in provincia di Latina

Luca Macaro, 35 anni ragioniere, presidente de La Ginestra, è finito in carcere, colpito da una misura cautelare per frode nelle pubbliche forniture, truffa continuata e falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. Stesse accuse – tranne la truffa continuata, contestata in concorso – per Luigi Pannozzo, 39enne avvocato e presidente dell’Azalea, al quale è stata applicata la medesima misura restrittiva.

Il 39enne commercialista Giovanni Paolo De Filippis, il 37enne Graziano De Luca e la moglie Erica Lombardi, di 36 anni, risultano indagati per frode nelle pubbliche forniture e truffa continuata in concorso. Soci ufficiali e occulti dell’Azalea, sono stati destinati ai domiciliari. Allo stesso modo del 26enne Orlando Tucci, rappresentante legale e socio amministratore dell’onlus Philia, in stretti rapporti con l’Azalea, accusato del solo reato di frode nelle pubbliche forniture.

A PAGINA 3 – La genesi dell’inchiesta: la protesta di via Zara, nel Centro… di Pandora

Pagina: 1 2 3

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]