Depuratori, rifiuti e illeciti: pontina indagata dall’Antimafia

Depuratori, rifiuti e illeciti: pontina indagata dall’Antimafia

Anche una pontina tra i 12 indagati dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma nell’inchiesta sui presunti illeciti nella gestione dei rifiuti dei depuratori gestiti dal Consorzio Asi a Ceccano e Villa Santa Lucia, in provincia di Frosinone.

Si tratta di Manuela Pintore, 41 anni, di Sermoneta, responsabile del laboratorio PaLMer di Latina.

In base alle indagini svolte dal gruppo carabinieri forestali di Frosinone, partite l’anno scorso dopo un esposto presentato da 300 cittadini a causa dei miasmi provenienti dall’impianto di Ceccano, gli inquirenti ritengono che fanghi da classificare come rifiuti pericolosi sarebbero stati classificati come non pericolosi grazie ad analisi compiacenti e così smaltiti in maniera impropria a minor costo.

Le indagini ora sono chiuse e Pintore, insieme agli altri indagati, rischia il rinvio a giudizio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social