Touchdown, inizia il processo principale ma solo con un rinvio

Touchdown, inizia il processo principale ma solo con un rinvio

Inizia con un rinvio il processo “Touchdown”. I nove imputati che hanno scelto di non essere giudicati con riti alternativi e di affrontare così il dibattimento sono comparsi davanti al III collegio penale del Tribunale di Latina presieduto dal giudice Francesco Valentini, ma procedimenti del genere, relativi a reati che vanno dalla turbativa d’asta alla corruzione, una direttiva del presidente del Tribunale di Latina prevede che vengano trattati dal I collegio, attualmente presieduto dal giudice Silvia Artuso.

Il Tribunale non ha fatto così altro che rinviare l’udienza davanti appunto al collegio presieduto dal giudice Artuso e i nove politici e imprenditori imputati, accusati di aver ideato o di essere stati solo parte di un sistema corruttivo messo a punto attorno al Comune di Cisterna e poi esteso alla Provincia, dovranno tornare in aula il prossimo 13 giugno.

Imputati l’ex consigliere Filippo Frezza, l’ex vicesindaco e assessore all’ambiente Marco Muzzupappa, l’ex vicesindaco e assessore all’ambiente Alvaro Mastrantoni, l’ex assessore ai lavori pubblici Danilo Martelli, l’ex assessore ai trasporti Pierluigi Ianiri, gli imprenditori Andrea Caiazzo, impegnato con le coop Ima e In&Coop, Enrico Baccari, di Latina, della Beton Black, Stefano Ettorre, di Maenza, della Edil Scavi, e il procuratore speciale della ditta di igiene urbana Cisterna Ambiente, attualmente in liquidazione, Mauro Di Stefano, tutti arrestati a dicembre dai carabinieri e difesi dagli avvocati Orlando Mariani, Francesca Apponi, Luca Giudetti, Flaviana Coladarci, Oreste Palmieri, Luigi Pescuma, Aurelio Cannatelli, Maria Teresa Ciotti, Armando Argano e Laura Bove.

Le difese hanno chiesto per gli imputati ancora in carcere o ai domiciliari la libertà o in subordine una misura meno afflittiva, ma la decisione verrà presa a giugno dal nuovo collegio.

La Provincia infine ha chiesto di costituirsi parte civile contro tre imputati accusati degli illeciti ai danni dell’ente di via Costa.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social