Concorso fotografico ‘Buono da scattare’: premiate due studentesse di Gaeta

Concorso fotografico ‘Buono da scattare’: premiate due studentesse di Gaeta

Proviene dall’Istituto E. Fermi di Gaeta la giovanissima vincitrice del Premio Internazionale Buono da Fidapa: è Greta Cline che, con l’opera ‘Al gusto di olio’, si aggiudica la nuova sezione di Buono da scattare V, introdotta per promuovere il talento femminile. Il “Super Vincitore Buono da scattare 2017- 2018” è invece colombiano, Lucas Arteaga, che con l’opera “Desbordando alegria” ha conquistato la V edizione del concorso fotografico Buono da scattare. L’autore proviene dalla regione del Nariño, dove la cultura e l’uso dell’olio d’oliva sono embrionali e privi di radici storiche; la sua foto è risultata vincitrice tra circa duecento partecipanti, in quanto simbolo di come questo alimento sia riuscito a diffondersi in tutto il mondo, anche oltre Oceano. Portando allegria, o meglio detto, “strabordando allegria” (titolo in italiano dell’opera vincitrice).

La cerimonia di premiazione si è svolta venerdì 18 maggio, alle ore 16.30, nella prestigiosa e monumentale Sala Protomoteca del Campidoglio di Roma, alla presenza di un nutrito e partecipe pubblico.

L’iniziativa, nata e organizzata da Sabrina Lembo, Presidente dell’Associazione Culturale ‘Un lembo di…’ e titolare dell’azienda olearia Lembo, promuove la cultura dell’olio attraverso le sensazioni dell’immagine fotografica. Le opere sono state valutate da un sistema di giuria, composto da critici e professionisti in ambito fotografico, quali Lorena Fiorini (Scrittrice e presidente di giuria), Massimo Arcangeli (Società Dante Alighieri), Lorenzo Canova, (Università degli Studi del Molise), Paolo Cricchio (Fotografo professionista), Andrea Di Lorenzo (Food photographer), Daniele Luxardo (Fotografo professionista), Serena Maffia(Scrittrice, Docente di Comunicazione IED di Roma), Annalisa Nuvelli (Fotografa professionista) José M. Salgado (Fotografo professionista), Raffaele Sacchi (Università di Napoli Federico II) e dalla giuria degli studenti, composta dagli allievi del Colegio “Logos” de Madrid, dal Liceo Scientifico “E. Fermi” di Gaeta, dall’Istituto Pertini di Campobasso e dal Colegio “Labor” de Vigo. La cerimonia, presentata dal simpatico duetto Bettina Giordani (Presidente FIDAPA BPW Italy sezione Roma) e Gianni Testa (Produttore discografico e noto vocal coach), ha visto l’intervento di numerose autorità e personaggi della cultura internazionale: Marcello Di Vito (Presidente dell’Assemblea Capitolina), Mario Arvelo (Embajador, Representante Permanente de República Dominicana ante las agencias de Naciones Unidas en Roma y Presidente del Comité de Seguridad Alimentaria Mundial), che hanno entrambi sottolineato l’importanza di una simile iniziativa nello scenario internazionale, Ion De la Riva (Consigliere Culturale Ambasciata di Spagna in Italia) Gianmaria Palmieri (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise) Bibiana Chierchia (Vice Sindaco Comune di Campobasso),Cosmo Mitrano (Sindaco Comune di Gaeta), Iolanda Palazzo (Past President Fidapa BPW Italy sezione Campobasso). Sono intervenuti all’evento, oltre ai nomi precedentemente citati: Fabrizio Accatino (Giornalista e celebre sceneggiatore del fumetto Dylan Dog), Daniele De Michele noto come Donpasta (Scrittore- dj, appassionato di gastronomia) Lucilla Colonna (Giornalista e regista) e Amparo Latorre Romero (Artista, pittrice). L’iniziativa ha visto, inoltre, il coinvolgimento di un Comitato d’Onore, comprendente eminenti personaggi della cultura, personalità politiche e amministrative, tra cui: Gonzalo Fournier Conde (Presidencia del Gobierno de España), Mario Arvelo Caamaño (Embajador, Representante Permanente de República Dominicana ante las agencias de Naciones Unidas en Roma y Presidente del Comité de Seguridad Alimentaria Mundial) Fabrizio Accatino (Giornalista, Sceneggiatore a fumetti), Domenico Bruno (Avvocato, Università degli Studi del Molise), Riccardo Cucchi (Giornalista), Steve Della Casa (Critico cinematografico e direttore artistico di numerosi festival e iniziative) Daniele De Michele (Donpasta, scrittore), Rossella Ferro (La Molisana), Renato Fiorito (Presidente di Giuria Premio Di Liegro), Javier Fiz Pérez (Università Europea di Roma), Maria Ángeles Albert De Leon (Real Academia de España en Roma),Gianmaria Palmieri (Magnifico Rettore Università degli Studi del Molise), Neyla Pardo (Universidad Nacional Colombia) Óscar Loureda Llamas (Pro Rettore Università di Heidelberg), Paola Rosmini (Autore televisivo RAI), Brunella Santoli (Unione Lettori Italiani), Arturo Franco Taboada (Architetto e scrittore).

“Il messaggio che vorrei arrivasse ad ognuno di voi in sala – ha dichiarato Sabrina Lembo, motore indiscusso di “Buono da scattare” – è l’importanza di credere ancora nel valore autentico della cultura e di soffermarci sul valore del lavoro, che non si traduce tanto nel fatturato e nel profitto di un’azienda o di un qualsiasi ente, ma nel produrre qualcosa di buono, nel collaborare e operare insieme con onestà. E’ questo il maggiore obiettivo di ‘Buono da scattare’ e di chi, come me, lavora per la promozione della cultura dell’olio, anche oltreoceano: essere convinti che siamo ancora in grado di creare qualcosa di bello e di onesto, grazie alla cooperazione di tanti, soprattutto dei più giovani – e cita uno ad uno i suoi collaboratori presenti in sala, tutti giovanissimi e un po’ imbarazzati che, come dice la stessa Lembo, “troppo spesso restano dietro le quinte.”

Spazio, quindi, ai valori della collaborazione e della correttezza. La sala interviene attivamente e accoglie gli altri vincitori: Claudia Di Ciaccio altra giovane studentessa del Liceo E. Fermi di Gaeta, con Sonata per olivi (Italia) vince il Premio Buono da web – Categoria Giovani Fotografi, Giuseppina Del Signore con Il tempo dell’olio o l’olio ritrovato (Italia) Premio Buono da web – Categoria Open, Addolorata di Cristofaro con Dalla tavola dei nostri avi (Italia) Premio Sapori in tavola: l’olio e il cibo, Danilo Fiori con La collaborazione (Italia) Premio Portf-OLIO, Andrea Serrilli con Infrarosso (Italia) Premio alla Creatività, la giovanissima Greta Cline con Al gusto di olio (Italia) ) si aggiudica il Premio “Buono da FIDAPA”, novità introdotta per promuovere il talento femminile, e Kevin Hamilton con Sunset olive oil (Giamaica) vince la nuova categoria “Buono da scattare nel mondo”.

I vincitori del concorso hanno ricevuto in premio workshop fotografici presso da Digital Camera School di Roma, Visual Scuola di Fotografia di Torino, soggiorni presso ilSummit Hotel di Gaeta, weekend- soggiorno in Italia e nel mondo, offerte da Vivere e Viaggiare, cena- degustazione presso VII Coorte di Roma. L’iniziativa nasce dalla collaborazione e dal patrocinio di più enti, tra cui Ambasciata di Spagna in Italia, Roma Capitale- Presidenza dell’Assemblea Capitolina, Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, Assessorato alla Cultura Regione Molise, Comune di Gaeta, Comune di Campobasso, Università degli Studi del Molise, Universidad Nacional de Colombia, Fidapa Bpw Italy sezione Roma e sezione Campobasso, Fondazione ITS DEMOS, Summit Hotel di Gaeta, Digital Camera School, Visual , Carangelo, VII Coorte di Roma, Cantine Herero, Vivere e viaggiare, Annalisa Nuvelli Fotografie, Olio Lembo.

Durante la cerimonia sono state esposte tutte le opere finaliste del concorso in una mostra collettiva a cura di Giuseppe Brancato. Al termine dell’evento è stata offerta una degustazione olio dall’azienda Lembo. La cerimonia si è conclusa con una simpatica video-chiamata con il Super Vincitore della V edizione, Lucas Arteaga che dalla Colombia ha ringraziato tutti, augurando “lo mejor”.

Il concorso “Buono da scattare” promuove l’arte della fotografia e la tradizione dell’olio: catturare in uno scatto fotografico una sensazione, un gusto, un attimo che sa di cultura.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social