Stalking ai danni della ex, condannato un ventottenne

Stalking ai danni della ex, condannato un ventottenne

Minacciata, insultata, picchiata, pedinata, tempestata di telefonate e messaggini, vittima di appostamenti sotto casa, di danneggiamenti dell’auto. Un incubo quello vissuto per un anno da una donna di Pontinia, spaventata al punto tale da trascorrere alcuni periodi di tempo a casa della madre, ad Eboli, dal decidere di non uscire più da sola, di barricarsi dentro il suo appartamento ogni volta che vi faceva rientro e alla fine dal trasferirsi in un’altra città. Episodi che si sarebbero verificati da febbraio 2013 a gennaio dell’anno dopo e che ora sono costati la condanna a sei mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena, all’ex della donna, un 28enne di Pontinia.

A emettere la sentenza per G.S., accusato di stalking e condannato anche a versare una provvisionale di tremila euro alla presunta vittima, è stato il giudice del Tribunale di Latina, Laura Morselli.

In due occasioni la donna sarebbe stata anche aggredita sotto casa e riempita di calci e pugni. Poco prima di Natale il suo ex avrebbe poi iniziato a prendere a calci la porta della donna, dicendole: “La devi pagà, sei una p…, stai a chiamà i carabinieri?”.

Infine la decisione di denunciare tutto e costituirsi parte civile al processo, tramite l’avvocato Valentina Macor. Un giudizio conclusosi ora per il 28enne, difeso dall’avvocato Francesco Lodato, con una condanna a sei mesi di reclusione. La metà di quanto chiesto dal pubblico ministero.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social