Aprilia, screening gratuiti contro il piede diabetico

Aprilia, screening gratuiti contro il piede diabetico

Prevenire il diabete e le complicanze legate alla malattia cronica. Tra le più gravi e insidiose il piede diabetico. Per questo l’Aida Onlus, in collaborazione con il Centro Diagnostico Europa, ogni secondo mercoledì del mese organizza un pomeriggio dedicato a screening gratuiti del piede diabetico. Per questo mese l’appuntamento è fissato il 9 maggio dalle 15 alle 17. Prendendo contatti con il centro diagnostico di viale Europa, sarà possibile prenotare una visita podologica gratuita.

L’iniziativa nasce dalla volontà dell’Associazione Aida, presieduta da Giustino Izzo e del CDE di diffondere la cultura della prevenzione rispetto ad una delle malattie croniche più diffuse in città e delle gravi complicanze che può portare, incidendo negativamente sulla qualità della vita. Un piede diabetico malcurato o sottovalutato, espone il malato a ulcerazioni, piaghe sanguinanti e infezioni, che a lungo andare possono diffondersi ai tessuti limitrofi e procurare la cancrena, esponendo il paziente al rischio di amputazioni delle parti colpite. Per info e prenotazioni è possibile contattare il Centro Diagnostica Europa di viale Europa 14-16 al numero 0683530201.

Le attività dell’Aida intanto si moltiplicano per abbracciare anche le nuove generazioni. Il 21 aprile scorso l’associazione, grazie alla disponibilità del dirigente scolastico Viviana Bombonati, ha fatto tappa presso l’istituto superiore Carlo e Nello Rosselli. Durante la mattinata 221 ragazzi su base volontaria e 16 insegnanti si sono sottoposti agli screening gratuiti per la misurazione della glicemia, effettuati dal dottor Michele Urzino, dalla dottoressa Vanessa Marino e dal dottor Dario Ragusa. L’Aida inoltre ha preso parte al progetto di educazione alimentare “Naturalmente in forma, noi siamo quello che mangiamo”, coordinato dalla professoressa Luigina De Chiara, con la partecipazione della dottoressa Angela Rossi e del dottor Alessandro Tempesta. “Doveroso ringraziare la professoressa Bombonati – dichiara il presidente di Aida Giustino Izzo – e tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di questa iniziativa

You must be logged in to post a comment Login

h24Social