Matricidio, presentato il ricorso in appello contro la condanna a 14 anni

Matricidio, presentato il ricorso in appello contro la condanna a 14 anni

La battaglia giudiziaria sul presunto matricidio di Aprilia si sposta in Corte d’Assise d’Appello a Roma. Il difensore del 65enne Giovanni Zanoli, l’avvocato Gaetano Marino, ha presentato ricorso avverso la sentenza con cui la Corte d’Assise di Latina ha condannato l’imputato a 14 anni di reclusione, ritenendolo l’autore dell’omicidio della madre, Rosa Grossi, di 88 anni, avvenuto il 10 giugno 2016.

Secondo l’accusa Zanoli, attualmente detenuto nel carcere di Rebibbia, ha aggredito la madre per motivi futili, lasciandola poi agonizzante sul letto e dando l’allarme soltanto la mattina seguente, fingendo di aver trovato l’anziana in quello stato per via di una rapina degenerata.

Interrogato dai carabinieri aveva poi confessato, salvo poi ritrattare. In primo grado è stato dato particolare valore alla confessione e in appello la difesa punta ora su tutta una serie di incongruenze emerse nel corso dell’istruttoria.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social