‘Liberi per Castelforte’ tuona contro Giancarlo Cardillo: “Sei diventato un Sindaco abusivo”

‘Liberi per Castelforte’ tuona contro Giancarlo Cardillo: “Sei diventato un Sindaco abusivo”

Se c’è una persona che si dovrebbe dimettere perché ha tradito il mandato e la fiducia degli elettori signor Sindaco, quella sei tu! Perché dal momento in cui hai estromesso dalla Giunta i nostri due validi assessori Ionta e Ruggiero, sine causa, non rappresenti più la maggioranza dei cittadini che ti hanno eletto e quindi sei diventato un Sindaco abusivo”.

E’ quanto si legge nel comunicato diffuso a mezzo stampa dal gruppo consiliare di minoranza ‘Liberi per Castelforte’.

Giancarlo Cardillo, sindaco di Castelforte

“Senza scrupoli ti sei rimangiato ed hai calpestato l’accordo politico sottoscritto con Liberi per Castelforte e solo per la gravità delle tue azioni il  nostro Consigliere Saltarelli , rispettoso della volontà degli elettori che lo hanno votato, è passato in minoranza ragione per cui vorresti addirittura che si dimettesse dal Consiglio Comunale. Ma, forse, sig. Sindaco hai la memoria corta perché nel 2011 quando eri Consigliere del gruppo di maggioranza del Sindaco Forte, dopo aver  per ricoperto  per quattro anni la carica di Vicesindaco e  sei passato in minoranza,  non mi pare che ti sei  dimesso dalla carica di Consigliere Comunale. Con quale coraggio e coerenza, adesso,  chiedi al Consigliere Saltarelli le dimissioni  dalla carica di Consigliere Comunale? A questo punto è superflua ogni altra considerazione in quanto è facile individuare chi è il vero Giuda.

La prova provata, la cartina tornasole, che non rappresenti la maggioranza degli elettori, qualora ce ne fosse stata la necessità ed il bisogno, l’hai avuta anche con l’ultima campagna elettorale regionale, il cui esito per noi è stato molto soddisfacente mentre per i candidati da te sostenuti, un fiasco!

Solo in una cosa riesci bene, nel recitare il ruolo della vittima; infatti sei un maestro nel simulare aggressioni inesistenti ed allo stesso tempo a scaricare tutte le colpe sugli altri, liberandoti così da ogni responsabilità (secondo te), mostrandoti intollerante ed irascibile ad una sana dialettica che è alla base della pluralità del pensiero e della democrazia.

Castelforte

Infatti non hai dato risposte ai temi da noi toccati nell’articolo precedente e mi riferisco alle telecamere che non funzionano, all’utilizzo di somme già impegnate  per la videosorveglianza di Via Delle Terme, al blackout di Via De Gasperi che è andato  avanti per oltre un mese e che solo dopo l’ Interrogazione del Consigliere Saltarelli l’impianto di illuminazione è stato ripristinato, così come alla riunione a Formia del Tavolo per la Sicurezza, al quale , nonostante l’importanza dell’incontro, non hai ritenuto di partecipare personalmente. Il risultato è che il Comune di Formia con Delibera n.23/2018 ha si aderito al Patto dei Comuni del Sud Pontino, predisposto dalla Prefettura di Latina,  ma di Castelforte non c’è  traccia. La verità è che solo grazie al nostro intervento, dove ti sollecitiamo ad adottare gli atti necessari con delibera di Giunta Municipale, ti sei svegliato e, sottraendo del tempo prezioso al tuo mondo virtuale dei social, hai assicurato a mezzo stampa che il 30 marzo (già passato!) la Giunta avrebbe assunto il relativo provvedimento.

E così invece di dare risposte su argomenti e problematiche  precise e circostanziate, finisci con l’assumere, come sei solito fare, un atteggiamento arrogante e presuntuoso, finalizzato ad impedire lo svolgimento del proprio compito ai Consiglieri di minoranza, dando purtroppo sfoggio di un modus operandi di chi non è consapevole del ruolo e dei doveri  che le cariche istituzionali impongono. Ma, evidentemente, questo è il tuo stile di far politica”. 

Comments are closed.

h24Social