Pallamano, l’HC Fondi cade in casa contro il Bressanone

Pallamano, l’HC Fondi cade in casa contro il Bressanone

Pasqua amara per l’HC Banca Popolare di Fondi, che nell’uovo trova la sconfitta interna contro il Brixen, capolista della Poule Promozione e ormai con un piede e mezzo nel girone unico di A1 della prossima stagione.

Eppure i rossoblù sono stati capaci di un’altra buona prestazione, anche al cospetto della forte compagine altoatesina, guidando a lungo nel primo tempo e recuperando con grande intensità in un finale thriller lo svantaggio maturato negli ultimi minuti della prima frazione.

L’incontro iniziava con i padroni di casa concentrati e cinici, pronti a capitalizzare con un ottimo Dall’Aglio gli spazi concessi dalla difesa brissinese. L’approccio alla partita dei rossoblù, attenti e concentrati, ricordava quello della settimana precedente, tanto che dopo 5’ di gioco gli uomini di Giacinto De Santis conducevano per 3-1. Gli ospiti si mostravano tuttavia tonici e ben determinati a sfruttare tutte le frecce all’arco del tecnico Kramer per uscire indenni dal Palasport fondano: in poco più di 2’ recuperavano lo svantaggio grazie a un Brzic ispirato non solo nella lucida regia ma anche in fase di conclusione. Si apriva
così una lunga fase di equilibrio, con Filic da una parte e Castro dall’altra a mettersi in luce in fase realizzativa; i rossoblù locali conducevano nel punteggio con continuità: dal 4-3 del 9° al 7-6 del 18°, ancora all’8-7 del 20°, mentre gli ospiti riuscivano a mettere il naso davanti solo al 14° sul 5-6. La parità in campo durava fino al 24° quando, sul punteggio di 9-9, gli ospiti trovavano un’importante accelerazione e, sfruttando anche alcuni errori dei fondani, realizzavano il break che si sarebbe rivelato decisivo, chiudendo la prima frazione sul 9-12.

La ripresa iniziava con l’ulteriore allungo dei brissinesi, che raggiungevano il +4 e lo mantenevano fino al 7° (11-15); i padroni di casa restavano tuttavia con testa e gambe sul parquet e più volte erano capaci di portarsi sul -2. Al gioco corale dei rossoblù, che portava alla conclusione vincente le ali Zizzo e Conte, il Bressanone rispondeva con la prestanza e l’esperienza di Basic, che con quattro marcature consecutive consentiva ai suoi di mantenersi avanti. Il vantaggio di tre lunghezze per gli ospiti durava fino al 21° quando, sul 18-21, i padroni di casa ritrovavano compattezza difensiva e buone scelte in attacco: il parziale di 3-0 in 3’ riportava il punteggio in parità con poco più di 6’ da giocare. Gli ultimi minuti erano palpitanti: Lazarevic riportava avanti la formazione altoatesina al 25° ma Zizzo pareggiava subito dopo, quindi una buona difesa dei locali consentiva loro di riportarsi in attacco e conquistare un rigore a 90” dal termine. Sui sette metri si presentava Rigante, infallibile fino ad allora, ma Pfattner compiva una prodezza neutralizzando il tentativo di trasformazione del centrale abruzzese. Sul rovesciamento di fronte era Sader a siglare la rete del 22-23 a 47” dalla fine, e il time-out chiesto da Giacinto De Santis per organizzare l’ultimo attacco non sortiva effetti: i rossoblù non riuscivano a concludere bene e i brissinesi recuperavano la palla chiudendo la contesa a loro favore.

Prevale un pizzico di rammarico nelle parole di mister De Santis a fine gara: “È stata una bella partita di pallamano per noi, per il Brixen ma anche per i tanti tifosi accorsi. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, hanno dato tutto. Ha vinto il Bressanone ma potevamo anche vincere noi, e meritatamente; a questo livello le partite sono decise dagli episodi, e noi non abbiamo sfruttato alcune occasioni mentre loro sono stati più cinici ed esperti. Abbiamo dimostrato di giocarcela alla pari con una delle 5 o 6 migliori squadre del panorama nazionale. Questa sconfitta non cambia nulla per i nostri obiettivi, sono molto fiducioso sul prosieguo del campionato. Ora dobbiamo ricaricare le batterie in vista dei prossimi impegni”.

Il tecnico fondano ha concesso alla sua squadra quattro giorni di riposo in vista del rush finale: per i rossoblù la strada per raggiungere la terza piazza della Poule Promozione diventa ora davvero ardua, ma sanno che il loro destino stagionale dipende solo dai propri risultati. Se continueranno con la determinazione mostrata nelle ultime uscite, i ragazzi cari al presidente Vincenzo De Santis fino all’ultimo potranno giocarsi le loro chance per raggiungere l’obiettivo stagionale, cioè giocare nella massima serie anche la prossima stagione.

 

HC Banca Popolare di Fondi – Brixen 22-23 (9-12 p.t.)

HC Banca Popolare di Fondi: Scavone, Soliani, Mangiocca, Pestillo, Zizzo 4, Filic 5, D’Ettorre, Mathà 3, Conte 2, Dall’Aglio 4, Marrocco, Rigante 4, Di Prisco, Lauretti. All. Giacinto De Santis.

Brixen: Pfattner, Oberrauch, Kovacs, Castro 5, Dorfmann 1, Wieland 1, Wierer, Slanzi 1, Ranalter 3, Basic 4, Lazarevic 2, Brzic 5, Mitterruntzner, Sader 1. All. René Kramer.

Arbitri: Nicolella – Rispoli.

 

SEGUI LE NEWS DI H24NOTIZIE SU FACEBOOK (clicca qui)

Comments are closed.

h24Social