Fondi, tensione da Maury’s e MD: Uiltucs protesta, arriva la polizia

Fondi, tensione da Maury’s e MD: Uiltucs protesta, arriva la polizia

“Sono giorni di tensione nei negozi a marchio Maury’s e MD di Fondi. Già la scorsa settimana la Uilltucs è intervenuta presso i grandi magazzini Maury’s a sostegno di lavoratori il cui contratto è stato improvvisamente cambiato da tempo indeterminato a tempo determinato con scadenza a tre mesi. Il tutto gestito da società e cooperative. Chiedere informazioni è risultato deleterio per una lavoratrice che è stata licenziata”. A farlo sapere, attraverso una nota stampa, Uiltucs.

“Non appena siamo stati chiamati – racconta il sindacato del segretario generale Gianfranco Cartisano – i responsabili dei grandi magazzini Maury’s hanno chiamato la polizia di stato. Noi abbiamo quindi informato gli agenti sui fatti accaduti senza avere risposte da chi gestisce il punto vendita ma neppure dalle cooperative che gestiscono il servizio nel negozio. Si è trattato a tutti gli effetti di un licenziamento improvviso, senza spiegazioni dopo anni di lavoro in cooperative interne al gruppo. Una dipendente, insomma, è stata licenziata per aver chiesto spiegazioni sul perché, dopo anni di indeterminato, avrebbe dovuto accettare un contratto a tre mesi”. E, come già avvenuto in passato, i gestori hanno subito chiamato la polizia allo scopo di liberare l’area vendita e proseguire con il lavoro. “Il problema occupazionale della lavoratrice era superfluo per il gestore di Maurys”.

Un episodio simile è accaduto ieri 13 marzo a distanza di pochi giorni, nel punto vendita a marchio MD gestito dalla stessa proprietà: stesso copione, stesso atteggiamento. Noi della Uiltucs abbiamo accompagnato una lavoratrice che voleva prendere servizio, chiedendo spiegazioni dopo alcuni confronti avuti nei giorni scorsi, soprattutto su un licenziamento revocato dopo il nostro intervento, la risposta del gestore del punto vendita è stata di nuovo quella adottata giorni fa nel Maury’s, ovvero chiamare la polizia di stato per liberare e non ostruire la vendita. Noi ringraziamo gli agenti intervenuti per la giusta e professionale correttezza impiegata ma continueremo a far valere le nostre ragioni”. Per la Uiltucs si sta ripetendo quando accaduto la scorsa estate presso Eurospin.

“Non comprendiamo tali modalità di licenziamento dopo anni di sacrificio, senza motivi validi. Nel caso di Maurys non comprendiamo l’assenza di confronto mentre nel caso di Md non accetteremo la mancanza di risposte. Come categoria abbiamo subito inviato missive per chiedere spiegazioni ed il reintegro delle lavoratrici, oltre ad interessare le sedi competenti abbiamo anticipato nella serata di ieri la comunicazione ufficiale nella quale annunciamo che senza la revoca dei licenziamenti delle lavoratrici, procederemo con manifestazioni e sit-in di protesta nei prossimi giorni, il tutto per gridare le modalità che avvengono nelle società che gestiscono il marchio Maury’s ed MD di Fondi, il disagio e la dignità calpestata dopo anni di sacrificio delle lavoratrici”.

Comments are closed.

h24Social