La Pro Loco a favore del reparto pediatria del ‘Dono Svizzero’ di Formia

Il "Dono Svizzero" di Formia

Associazionismo uguale solidarietà e la Pro Loco di Formia lo dimostra a tutto tondo con la consegna di un umidificatore elettronico AIRVO 2 al reparto pediatria dell’Ospedale ‘Dono Svizzero’ di Formia, sabato 3 marzo alle ore 11.00.

L’umidificatore elettronico AIRVO 2

A ricevere l’apparecchio, un innovativo ed esclusivo sistema per il trattamento dei piccoli pazienti che respirano autonomamente ma che necessitano di ricevere gas respiratori a flussi elevati, caldi e umidificati (soprattutto ossigeno), risparmiando la ventilazione artificiale, la Dottoressa M. Giovanna Colella, primario del reparto pediatria e neonatologia, da parte del Presidente e del direttivo della Pro Loco di Formia.


L’acquisto è stato possibile grazie all’evento “Un brindisi per la solidarietà” che si è svolto a Formia lo scorso 22 dicembre presso l’Hops Lounge Bar grazie anche alla collaborazione dell’Associazione Culturale Mola, del Centro Socio-Culturale di Trivio, e del Centro Commerciale Naturale “Le Due Torri” di Formia.

Pierfrancesco Scipione

“Questo per noi è – sottolinea il presidente della pro Loco, Pierfrancesco Scipione – un momento bellissimo. Donare ai nostri bambini uno strumento che possa guarire e lenire le loro sofferenze è il regalo più grande che potessimo fare ai noi stessi. Inoltre si tratta dell’epilogo di un percorso inaugurato nella solidarietà del Natale con tantissimi amici e gente comune che si sono unite e hanno sposato amabilmente la nostra causa.

Sono orgoglioso della sensibilità e dell’amore con cui la mia città si è mobilitata. È proprio vero la bontà è disarmante. E per noi, persone semplici, che vivono di piccole gioie, questa condivisione è pura felicità. Non mi stancherò mai di ringraziare tutti gli amici che ci sono state vicino e ci hanno accompagnato, anche con una pacca sulle spalle, in questo fantastico viaggio in cui molti giovani sono stati protagonisti, donandoci il loro tempo e il loro impegno”.