Contratto di Fiume dell’Amaseno, dopo il primo incontro si lavora al manifesto d’intenti

Contratto di Fiume dell’Amaseno, dopo il primo incontro si lavora al manifesto d’intenti

Si è tenuto ieri pomeriggio (23.02.2018) l’incontro “Verso il Contratto di Fiume dell’Amaseno”. Numerosi i partecipanti a questo primo incontro organizzato dalla XIII Comunità Montana Lepini-Ausoni. Oltre ai rappresenti delle associazioni e dei cittadini che da anni lavorano affinché il fiume Amaseno e la sua Valle abbiano finalmente la giusta tutela e la giusta valorizzazione, a rappresentare le amministrazioni locali erano presenti i sindaci di Priverno Anna Maria Bilancia, di Maenza Claudio Sperduti e di Amaseno Antonio Como.

Quirino Briganti era a rappresentare la Compagnia dei Lepini, a fare gli onori di casa, il Presidente della XIII Comunità Montana Onorato Nardacci e l’Assessore al Bilancio Andrea Dell’Omo. La Regione Lazio era rappresentata con la presenza della consigliera Rosa Giancola, da
sempre impegnata nel diffondere e promuove l’importanza strategica dei Contratti di Fiume. “I Contratti di Fiume- spiega la Giancola- sono strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia del rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. Solo da una visione condivisa può nascere una vera strategia di sistema e sono felice di vedere una così ampia partecipazione all’incontro di oggi”.

L’incontro ha visto fra i relatori la dottoressa Sara Carallo, ricercatrice del laboratorio geocartografico “A. Caracci” dell’Università degli studi Roma Tre, nonché curatrice del Portale sulla Valle dell’Amaseno, che ha illustrato ai partecipanti un’analisi attenta e dettagliata della realtà territoriale coperta dal fiume Amaseno, e il dottor Eugenio Monaco responsabile della Regione Lazio per i contratti di fiume, che ha spiegato nello specifico in cosa consiste il Contratto, introdotti dai saluti istituzionali del Presidente Nardacci. Molte le idee nate dal confronto avvenuto al termine della conferenza. Si è discusso soprattutto dei passi concreti da intraprendere per lo sviluppo e la gestione realmente
sostenibile delle risorse idriche e per la tutela e la valorizzazione del territorio, e sulla riconversione ecologica dell’Amaseno e della sua Valle.
La XIII Comunità Montana da sempre attenta a queste tematiche intende dare il via ad una serie di tavoli di confronto tra istituzioni e cittadini, volti a compilare un manifesto d’intenti per l’avvio del Contratto di Fiume per l’Amaseno.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]