Terrore a Latina: uccide a fucilate i cani, poi spara alle auto

Terrore a Latina: uccide a fucilate i cani, poi spara alle auto

Nella serata di domenica, intorno alle 22.45, personale della Squadra Volante della Questura di Latina è intervenuto in località Borgo Bainsizza, Strada Del Pero, a seguito di una segnalazione pervenuta alla centrale operativa del 113, con la quale si richiedeva l’intervento delle forze dell’ordine. L’interlocutore riferiva che un 43enne uomo, uscito di casa, aveva preso a sparare agli animali domestici di sua proprietà ed aveva già ucciso due cani.

“Le pattuglie si dirigevano celermente sul posto e, alla presenza della donna che successivamente si rivelava essere la moglie del folle, si avevano le prime conferm”, hanno spiegato dalla Questura. “L’uomo, identificato per Marco Giorgi, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, dopo aver preso un fucile, in preda ad un delirio, era uscito di casa e aveva preso a sparare agli animali domestici, compiendo una vera e propria strage. Dopo di che, lo stesso era salito a bordo della propria autovettura, una Fiat Punto, e si era allontanato alla ricerca di altri animali da uccidere”.

Le ricerche, intraprese rapidamente dal personale delle volanti, permettevano l’immediato rintraccio del folle sparatore il quale, a bordo del proprio veicolo, percorreva a forte velocità le vie del Borgo Bainsizza, non ottemperando nemmeno alle intimazioni dei poliziotti che, raggiuntolo, lo invitavano a fermarsi. “Solo l’esperienza e la prontezza degli operatori di Volante permettevano di raggiungere l’uomo impazzito, costringerlo a fermarsi in massima sicurezza ed a consegnare il fucile”.

Giorgi è stato dunque sottoposto ad un controllo personale approfondito esteso all’interno del veicolo: veniva sequestrato il fucile a pompa, calibro 12, marca Winchester e numerose cartucce a pallettoni, rinvenute in parte nell’abitacolo del veicolo, in parte indosso all’uomo. Da lì il 43enne sorvegliato speciale, pluripregiudicato, è stato tratto in arresto per detenzione e porto abusivo di arma clandestina, uccisione di animali, danneggiamento aggravato e violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza.

I successivi accertamenti permettevano di verificare che nei momenti in cui poneva in essere la sua condotta folle, aveva esploso diversi colpi anche contro alcune autovetture parcheggiate in strada“, sottolineano dalla polizia.

Al termine delle formalità l’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Latina, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social