Gambero Rosso conferma GretelFactory di Formia al top del gelato italiano

Gambero Rosso conferma GretelFactory di Formia al top del gelato italiano

“Siamo orgogliosi e fieri di questa riconferma. Riuscire a mantenere alto il livello di qualità del nostro prodotto va di pari passo con gli altri aspetti del nostro progetto: ‘filiera Ac-corta’, fornitori del territorio, educazione alimentare e sensibilizzazione alla legalità. Mission di GretelFactory è diffondere la cultura dell’alimentazione perché il gelato, il cibo, non sono prodotti commerciali ma elementi di vita e di crescita insieme al sostegno alle imprese sane del territorio quale elemento di sviluppo”.

Queste le parole di Veronica Fedele, titolare di GretelFactory, la gelateria di Formia premiata oggi, per il secondo anno consecutivo, con i Tre Coni del Gambero Rosso, riconoscimento che va ai migliori gelatieri d’Italia. La nuova guida Gelaterie d’Italia 2018, nella quale il Gambero Rosso sulla base di una severa e scrupolosa analisi ha individuato 350 gelaterie di alta qualità sulle 40mila presenti in Italia è stata presentata oggi al Sigep di Rimini. Le gelaterie premiate con i tre coni sono appena quaranta in tutta Italia e solo cinque nel Lazio.

“Il gelato di GretelFactory – continua Veronica Fedele- è prodotto con ingredienti di altissima qualità, attraverso una filiera Ac-corta che predilige le materie prime del territorio di produzione. Lavorando in questo modo si sostengono le economie locali sane e si valorizza un territorio ricco di eccellenze. Così parte della frutta viene da un’ottima azienda agricola di Formia, la fragola favetta è tipica di Terracina, il miele dai Monti Aurunci, tanto per fare qualche esempio. Economia sana e sviluppo del territorio vanno a braccetto con la legalità e la solidarietà, per questo ci rivolgiamo ad aziende con alle spalle un percorso a sostegno della legalità, come il Caseificio Terre di Don Peppe Diana di Castel Volturno, con la sua deliziosa ricotta di bufala, e la Coop Lazzarelle del carcere femminile di Pozzuoli, con i suoi progetti di recupero delle detenute attraverso la lavorazione del caffè naturale. Fanno parte della nostra filiera anche la Fattoria ‘Al di la dei sogni’ e i progetti della “Nuova Cooperazione Organizzata”, casi virtuosi di valorizzazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social