Morto sul lavoro dopo la caduta nel vuoto: due indagati

Morto sul lavoro dopo la caduta nel vuoto: due indagati

Due persone indagate per il decesso di Daniele Angeletti, l’operaio di Cisterna di Latina morto giovedì pomeriggio in un incidente sul lavoro a Prossedi. L’ipotesi di reato, è quella di omicidio colposo. 

Angeletti, che lascia la moglie e due figli, è caduto nel vuoto da un’altezza tra gli 8 e i 10 metri, mentre si trovava presso lo stabilimento prossedano della multinazionale “Ittella”, attiva in campo alimentare: lavorava per una ditta esterna, e si era recato presso la struttura teatro della tragedia per una disinfestazione. Ad un tratto, secondo le ricostruzioni, avrebbe ceduto un lucernario, portando a una rovinosa caduta e, quindi, alla morte sul colpo. Inutili, i soccorsi.

Sul registro degli indagati della Procura di Latina, pm Gregorio Capasso, figurano il datore di lavori di Angeletti ed il responsabile della ditta di Prossedi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]