‘Formia Città in Comune’: “Le priorità dell’Ente nella gestione del Commissario Prefettizio”

Le linee di indirizzo di governo del Commissario Prefettizio Dr. Maurizio Valiante.

‘Formia Città in Comune’: “Le priorità dell’Ente nella gestione del Commissario Prefettizio”

“Abbiamo letto con attenzione la delibera numero 1 del Commissario Prefettizio Dr. Maurizio Valiante del 22 dicembre 2017, avente come oggetto “Attività gestionale organizzativa dell’ente. Atto di indirizzo”.

Vorremmo consigliarne la lettura, in questa fase della vita amministrativa della città mentre, sperabilmente, molti concittadini si preparano a scendere in campo in prima persona partecipando direttamente come candidati nelle varie liste, alle prossime elezioni comunali”.

E’ quanto si legge nel comunicato diffuso a mezzo stampa dal gruppo ‘Formia Città in Comune’.

“Essa esprime in maniera chiara, più di qualsiasi altro discorso sui massimi sistemi, quali sono le due fondamentali priorità con le quali si misurerà la prossima amministrazione comunale.

  1. Acquisire piena consapevolezza e conoscenza dello stato reale della situazione economica e finanziaria dell’Ente.
  2. Procedere ad una non semplice riorganizzazione e ristrutturazione dell’architettura dell’apparato tecnico-amministrativo dell’Ente.

Con un linguaggio tecnico e asciutto il Commissario Prefettizio ha così reso noto alla città, prima ancora che alla struttura interna del Comune di Formia, quali problematiche saranno affrontate in via prioritaria. Le sue linee di indirizzo sono sobrie e concrete. Nessun volo pindarico.

Esattamente quello che noi crediamo dovrà fare, prima di ogni cosa, la nuova amministrazione. Abbiamo chiaro che le possibilità operative e i vincoli di un Commissario Prefettizio, e quelli di una Amministrazione eletta sono diversi, poichè diverse e varie e non tutte sempre controllabili a priori, sono le dinamiche che si esprimono nelle file di una amministrazione rappresentativa della molteplicità di interessi che agiscono ed operano nel tessuto sociale, civile ed economico della città, ma lo sforzo comune che stiamo facendo da tempo, nel costruire la nostra proposta politico-amministrativa, è proprio quello di formare una classe dirigente cittadina consapevole che appartenere al Consiglio Comunale di Formia, sedervi perché eletti, deve costituire la più grande delle soddisfazioni e deve costituire l’energia necessaria ad affrontare con equilibrio le complesse questioni con le quali ci si dovrà misurare.

Noi prendiamo l’atto di indirizzo del Commissario Prefettizio come un ulteriore suggerimento a stare con i piedi ben saldi a terra, a lavorare ad un programma di cose fattibili e riscontrabili, a non raccontare alla gente di questa città altro che la verità sullo stato delle cose che si possono o non si possono fare, poiché abbiamo il dovere di partire da quello che c’è e non illudere nessuno. Salire la scala cominciando dal primo gradino.

I progetti più grandi li costruiremo con calma in uno scenario di discussione consiliare che, anche attraverso un auspicabile rinnovamento dei protagonisti del confronto, si spera sia più produttivo di quello che finora ha caratterizzato il dibattito politico in città, con schieramenti precostituiti piuttosto che aperti alla discussione di merito.

Esprimiamo, quindi, attenzione ed apprezzamento nei confronti di questo primo atto con il quale il Commissario Dr. Valiante ha detto alla città come intende impostare il proprio lavoro. Seguiremo la sua attività poiché crediamo possano venirne degli spunti per capire cosa vuol dire, e cosa può produrre, in una realtà come quella della nostra città, non diciamo essere tutti come una sola persona, ma ragionare con il desiderio di trovare sintesi piuttosto che motivi di divisione e
litigio, indipendentemente che si operi dentro realtà civiche, dentro piccole realtà politiche, o in grandi partiti e movimenti.

Crediamo che Formia soprattutto questo si aspetti dagli amministratori che verranno”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]