Natale 2017, tante le iniziative in tutta l’Arcidiocesi

Tante le iniziative per il Natale 2017 in tutta l’arcidiocesi. Mons. Vari: “Ridare sostanza alle parole, agli impegni ed ai sogni”.
Dall’allestimento delle mense per i poveri, ai concerti di Natale, ai presepi viventi, fervono in tutta l’arcidiocesi e in particolare a Itri le iniziative per rendere vivibile il Natale 2017, soprattutto a chi vive nella necessità. Da oggi fino al 7 gennaio tante le proposte nelle parrocchie, nei conventi dei religiosi e in Cattedrale per caratterizzare di spiritualità ed umanità il Natale di quest’anno e l’inizio del nuovo anno.

In un breve messaggio augurale a tutta l’arcidiocesi, monsignor Luigi Vari, si rivolge al Bambino Gesù con questa preghiera: “Signore Gesù, parola venuta fra noi per dare nuova forma alla creazione, in questo tempo che ha tolto sostanza alle parole, sii tu a ridare sostanza alle nostre parole, ai nostri impegni e ai nostri sogni con i quali veniamo incontro a Te per adorarti”.


Natale come festa dell’incontro. In questa prospettiva che il giorno 30 dicembre, nel convento dei passionisti di Itri, accolti da padre Antonio Rungi e dagli altri religiosi, su organizzazione delle parrocchie si svolgerà l’incontro natalizio con tutti i fratelli di colore che vivono sul territorio. Alle ore 18,30 la messa per tutti i fedeli cattolici e poi a seguire la festa insieme con quanti vivono anche l’esperienza della lontananza dai propri cari. Altri significative iniziative sono state concretizzare in questi giorni pre-natalizi come la serata di beneficenza, svolta a Convento dei Passionisti di Itri, il cui ricavato è stato devoluto al Santo Padre (Mille Euro) e alla Caritas diocesana di Gaeta (400 Euro).

Tanti i bisogni che emergono dalla gente originaria del posto o che sono di altre nazioni, ai quali la comunità cristiana sta cercando di far fronte attivando le caritas parrocchiali e quella diocesano, con i tanti volontari a servizio del progetto di accoglienza verso tutti. Singolare iniziativa a Scauri, nella parrocchia Sant’Albina. con “L’ albero dei…regali sospesi, con la lettera a Gesù, voluta dal Consiglio pastorale dei ragazzi, organismo istituito da maggio del 2017 in questa Comunità E ‘ l’unico esempio di coinvolgimento dei ragazzi nel decidere iniziative e nel prendere coscienza dei problemi che ci sono nella città e nella Chiesa.