Torna la tradizione a Trivio con l’accensione del Ceppo Natalizio

Domenica 24 dicembre, a Trivio, in Piazza Sant’Andrea, torna “Gliù Foco alla Piazza”,  la tradizionale accensione del ceppo Natalizio, organizzata e allestita dal Centro Socio Culturale Trivio. La tradizione, che ormai esiste e resiste da più di un secolo e mezzo,si rinnova ogni anno come rito propiziatorio per una benevole accoglienza di fraternità.

Il Ceppo, posizionato nella piazza Sant’Andrea, dopo essere acceso,  brucia fino al giorno dell’Epifania, rappresenta occasione di scambiarsi gli auguri di un Santo Natale e segna la morte dell’anno passato con l’arrivo del nuovo.


Mentre il “Grande Fuoco” arde, i partecipanti possono degustare dolci natalizi, preparati con cura dalle massaie locali, scambiarsi gli auguri con un brindisi e lasciarsi cullare dai suoni del Trio Melodie.

Come ogni anno, alla cerimonia interverranno l’Arcivescovo Mons. Luigi Vari e il parroco Don Gennaro Andreozzi.

“L’accensione del ceppo, giunta alla sua 157° edizione – sottolinea il presidente del Centro Socio Culturale Trivio, Luigi Saraniero – é un momento di tradizione per noi triviesi e coloro che vi partecipano sono persone semplici, legati agli usi e costumi locali che mostrano impegno e civiltà nei confronti del loro paesino”.

Correllati al “Grande Foco” numerosi gli eventi organizzati dal Centro Socio Culturale Trivio nei giorni a precedere e a seguire.