Operazione ‘Amnesia’: 15 misure cautelari per spaccio di stupefacenti

Operazione ‘Amnesia’: 15 misure cautelari per spaccio di stupefacenti

I carabinieri del Comando Provinciale di Latina, nella mattinata odierna, nelle provincie di Roma e Latina hanno dato esecuzione a nr. 15 misure cautelari personali (7 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 1 ai domiciliari e 7 sottoposizioni agli obblighi di firma), emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma, su richiesta Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Roma, nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Un’abitazione adibita al confezionamento di marijuana scoperta a Itri nel 2014

I provvedimenti sono scaturiti da un’articolata attività d’indagine – avviata dai Carabinieri di Latina nel 2014, coordinata dalla D.D.A. di Roma, – che ha consentito di accertare l’operatività di un sodalizio, dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti stanziato nei quartieri meridionali della città di Roma con diramazioni nella provincia di Latina.

In particolare, nel corso dell’indagine, condotta in costante collaborazione con la Direzione Centrale per i servizi antidroga del Ministero dell’Interno:

veniva fatta piena luce sulle modalità con le quali i predetti indagati, alcuni dei quali affiliati al clan ‘Zizzo’, operante nel sud pontino, importavano ingenti quantitativi di stupefacente dalla capitale e dalla Spagna occultandoli, in alcune ciscostanze, all’interno di autoarticolati in uso a trasportatori di prodotti ortofrutticoli destinati al M.O.F. di Fondi;

– sono state tratte complessivamente in arresto 28 persone e sequestrati circa 4 kg. di sostanza stupefacente del tipo ‘cocaina’, 14 kg. di ‘Amnesia’, 104 kg. di ‘hashish’, 19 kg. di ‘marijuana’, 200 piante di cannabis, 500 grammi di ‘ecstasy’, somma contante di Euro 30.000, verosimilmente provento dell’attività illecita, ed una pistola marca Tanfoglio calibro 9×21 completa di caricatore e numero 11 proiettili.

L’indagine, conclusa alla fine del 2016, oltre a quanto sopra evidenziato, ha consentito di effettuare uno dei primi riscontri a livello nazionale, dell’importazione dello stupefacente del tipo ‘Amnesia’, dal quale prende nome l’operazione, che rientra nella tipologia di sostanze psicotrope basate sul potenziamento dei cannabinoidi (ottenuta spruzzando la marijuana con metadone, eroina e sostanze chimiche).

La penna-pistola sequestrata

Nel corso della perquisizione effettuata presso l’abitazione di uno degli indagati è stata rinvenuta una penna-pisola calibro 22 unitamente a due munizioni dello stesso calibro, per cui lo stesso è stato tratto altresì in arresto per detenzione di arma clandestina.

Per l’esecuzione dei citati provvedimenti saono stati impiegati: 100 Carabinieri dei comandi provinciali di Latina e Roma, un’unità cinofila antidroga della stazione Aeronautica Militare di Latina Borgo Piavee da un velivolo proveniente da Pratica di Mare.

 

Nominativi degli arrestati in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare (7 ordinanze di custodia cautelare in carcere ed 1 ai domiciliari):

  1. Spagnolo Pierpaolo, 39enne di Formia;
  2. D’Alterio Pasquale, 55enne di Minturno;
  3. Bohorquez Stiven Leonard, 47enne di Cali (Colombia);
  4. Ouhsaine Abdeljalil, 41enne del Marocco;
  5. Salvati Christian, 41enne di Roma;
  6. Malci Artur, 46enne dell’Albania;
  7. Di Gennaro Angelo, 50enne di Teramo;
  8. D’Onofrio Evasio Davide, 37enne di Terracina (arresti domiciliari).

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }