Cisterna, è partito il progetto di inclusione sociale ‘Nonni sulla breccia’

Cisterna, è partito il progetto di inclusione sociale ‘Nonni sulla breccia’

I sette “Nonni sulla breccia” di Cisterna hanno preso servizio.

E’ partito dunque il progetto di inclusione sociale per la terza età che coinvolge cittadini in piccoli lavori di manutenzione, cura del verde pubblico, vigilanza e portierato.

Selezionati mediante un bando pubblico, i sette anziani saranno impegnati fino al prossimo aprile con contratti di Prestazione Occasionale.

Coordinati direttamente dal settore Welfare, i “nonni” sono impiegati presso il cimitero comunale, l’ambulatorio medico UCPCI del quartiere San Valentino, i centri anziani, Palazzo Caetani ed il palazzo dei Servizi di via Zanella.

Pierluigi Ianiri

“Con grande impegno siamo riusciti a far ripartire questo utile ed importante servizio – commenta l’assessore al Welfare, Pierluigi Ianiri – passato da quattro a sette unità operative. Nonostante l’abbiamo reso ancora più inclusivo, stiamo già lavorando con gli uffici per fare in modo che già dai prossimi mesi venga potenziato ulteriormente. Questa mattina ho incontrato i cittadini ringraziandoli per aver partecipato al bando e per l’aiuto concreto che stanno dando alla comunità”.

“Buon lavoro ai nostri Nonni sulla breccia – dichiara il sindaco, Eleonora Della Penna – che iniziano oggi questa esperienza lavorativa ma anche di cittadinanza attiva, all’intero di un progetto intelligente e funzionale. E’ questo il modello di assistenza al cittadino sul quale questa amministrazione sta puntando, un modello inclusivo che aiuta le persone a ritagliarsi un ruolo dinamico all’interno della comunità, diverso dal semplice assistenzialismo”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]