Basket, poker in trasferta per la Virtus Pontinia

 

Un recupero da urlo. La Virtus Basket Pontinia fa suo il match di Ostia contro il Lido di Roma – recupero della gara non disputata dieci giorni fa per il maltempo – grazie ad un prodigioso recupero nell’ultimo quarto di gara. Un successo che permette al quintetto allenato da Tommy Morassi di conquistare la quarta vittoria su altrettanti match disputati: un percorso netto.


L’avvio della Virtus Pontinia è buono: pur peccando un po’ in concentrazione ed intensità e pur subendo un po’ troppi canestri, la squadra biancorossa è superlativa in attacco (in particolare Zen) e chiude il primo quarto in vantaggio di 5 punti.

La fase difensiva non eccelsa continua anche nel secondo quarto di gara, dove però anche i meccanismi offensivi iniziano ad incepparsi. Il soprasso del Lido di Roma ne è una naturale conseguenza: 46-40 all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa raggiungono anche la doppia cifra di vantaggio. È lì che la Virtus Pontinia si ritrova. I biancorossi cambiano atteggiamento, la difesa diventa un valore aggiunto e l’inerzia del match muta.

Nell’ultimo quarto, così, il quintetto pontino sorpassa i lidensi e, trascinato dai punti di D’Anolfo e Nardin, va a conquistare una grande vittoria.

“Non era facile – ammette coach Tommy Morassi – abbiamo pagato qualcosa in avvio. Eravamo molli e in difesa non siamo stati perfetti. Al rientro dagli spogliatoi, però, abbiamo cambiato atteggiamento e abbiamo avuto una grande reazione di carattere, recuperando dal -10. Devo fare i complimenti ai ragazzi, in particolare a Cucchiaro, che dopo essere stato in panchina per oltre 20’, appena entrato ha dato una bella spinta, dimostrandosi la scintilla per accendere tutta la squadra. Molto bene anche D’Anolfo, Zen e Nardin in fase offensiva, oltre a Saggese, un gladiatore sotto canestro”.

La Virtus Basket Pontinia torna in campo domenica. Al Palazzetto dello sport di via Aldo Moro, alle ore 18, è in programma la sfida casalinga contro il S.Anna Morena.

A PAGINA 2 – IL TABELLINO DELLA GARA