Sanità, Latina all’avanguardia per trattamento termoablativo dei noduli tiroidei

Sanità, Latina all’avanguardia per trattamento termoablativo dei noduli tiroidei

Cento medici a confronto in occasione del Corso “Le patologie del collo”, evento che si è svolto a Sabaudia presso il resort “Le Dune” alla presenza di specialisti endocrinologi, radiologi oltre che di medicina generale.

Responsabili scientifici del convegno l’endocrinologo Roberto Cesareo e i radiologi interventisti Mario Iozzino e Roberto Cianni, rispettivamente dell’Ospedale “S.M. Goretti” di Latina e dell’Ospedale “San Camillo” di Roma.

L’evento ha avuto il patrocinio della Regione Lazio, dell’Asl di Latina, dell’Ordine dei Medici di Latina, della società scientifica degli endocrinologi italiani (Ame) e della società scientifica degli internisti italiani (Fadoi).

Il corso ha centrato la sua attenzione sulle metodiche interventistiche, in particolare le tecniche termoablative per il trattamento dei noduli tiroidei di cui l’Ospedale “S.M. Goretti”, per il numero di prestazioni e l’attività scientifica fornita in merito, è centro di eccellenza in Italia e in Europa.

Durante il convegno si è parlato anche del trattamento medico e chirurgico delle patologie paratiroidee, il trattamento medico delle dislipidemie e della ateromasia carotidea.

Sul tema dell’alcolizzazione e della termoablazione dei noduli benigni tiroidei c’è stato l’intervento del radiologo interventista Valerio Pasqualini dell’Ospedale “S.M.Goretti” di Latina. La benignità dei noduli deve essere confermata mediante ago aspirato eco guidato. Le tecniche termo-ablative eco guidate costituiscono un approccio terapeutico importante per ridurre il ricorso alla chirurgia tiroidea.

Il nodulo tiroideo subisce, infatti, una riduzione volumetrica anche dell’80% in alcuni casi, scongiurando pertanto l’eventualità dell’intervento classico di tiroidectomia. Nel 2014 fu pubblicato, sulla prestigiosa rivista scientifica statunitense The Journal of Clinical Endocrinoloy & Metabolism, questo studio prospettico di eco-guidata ablazione su un gruppo di pazienti, dimostrando la reale efficacia della radiofrequenza sul trattamento dei noduli tiroidei, con il vantaggio anche della riduzione della spesa sanitaria, visto che i trattamenti sono eseguiti in regime di day ospital senza degenza del paziente.

Da segnalare anche gli interventi del prof. Andrea Gallo, responsabile della Uoc di otorinolaringoiatria, sempre del nosocomio pontino, in merito al trattamento chirurgico delle paratiroidi, e del prof. Claudio Maurizio Pacella che è uno dei più importanti esperti al mondo in merito al trattamento termo ablativo con onde laser dei noduli tiroidei.

Da segnalare infine la relazione del dottor Cesareo in merito alle problematiche correlate alla carenza di vitamina D. In tale contesto è stata sottolineata l’incongrua prescrizione di vitamina D, spesso dettata da motivazioni non sempre corredate da evidenze specifiche.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]