Oggetti preziosi tra Norba e Norma al Museo civico

Oggetti preziosi tra Norba e Norma al Museo civico

(L’acropoli minore dell’antica Norba)

Sabato 7 ottobre, presso il Museo civico archeologico “Padre Saggi” di Norma, si terrà il quarto incontro del ciclo “Oltre le mura: oggetti preziosi da lontano e vita quotidiana tra Norba e Norma”, organizzato nell’ambito del progetto “Genti Lepine” presentato dalla Compagnia dei Lepini e dal Sistema dei Musei e delle biblioteche dei Monti Lepini e finanziato dalla Regione Lazio.

Anche questo incontro, presentato e organizzato dalla Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio delle province di Frosinone Latina e Rieti, dall’assessore alla cultura Elisa Ricci e dalla direttrice scientifica del museo Stefania Quilici Gigli, vedrà protagonista l’antica città di Norba, che si racconterà attraverso alcuni degli importanti reperti rinvenuti nel corso degli ultimi scavi archeologici condotti dall’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”.

Dopo l’intervento di introduzione da parte del Soprintendente dottor Saverio Urciuoli, si darà inizio alla conferenza dal
titolo “Vendere e comprare in città. Presenza monetaria a Norba” con l’intervento della professoressa Rosa Vitale, dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli, che avendo studiato personalmente i reperti monetali rinvenuti nel corso degli scavi, ne illustrerà le caratteristiche: datazione, provenienza, uso e valore. Sarà così possibile conoscere interessanti dettagli sulle diverse monete perdute e o nascoste dagli abitanti dell’antica Norba e rivenute, dopo oltre duemila anni, sulle strade e all’interno delle ricche abitazioni della cittàNel corso dell’evento, le monete, oggetto della relazione, saranno eccezionalmente visibili al pubblico, mediante l’apposito allestimento curato dalla dottoressa Stefania Ferrante.

Il filo che collega il passato al presente da Norba a Norma, continuerà ad accompagnare i visitatori attraverso i prodotti che oggi è possibile “vendere e comprare” in paese, in particolare i prodotti della tradizione locale. Infatti, dopo l’excursus storico archeologico, gli ospiti saranno accompagnati nel piano seminterrato del museo, attraversando gli ambienti dell’antica olearia usata dai normesi tra la fine del Settecento e l’inizio del Novecento. Qui potranno ammirare monili e preziosi oggetti ispirati a quelli indossati dalle dominae romane, esposti e riprodotti artigianalmente da “Archeogioie”, per poi accedere alla terrazza del museo di Norma, balcone dei Lepini affacciato sulla piana pontina. Questa sarà la cornice ideale per accogliere gli ospiti, i quali potranno degustare vini del territorio dell’azienda Carosi Terre, assaporare i prodotti dell’azienda DOL.C.I.P.P.“Antica Norba” e ristorarsi con il rinfresco curato dal “Bar Centrale Antica gelateria norbana”.

Un’occasione per conoscere, attraverso l’archeologia, quanto ancora c’è da sapere sulla storia del nostro territorio e per riscoprirne le tradizioni anche attraverso i prodotti tipici, proprio nel museo, per eccellenza il luogo custode della memoria, promotore dei caratteri culturali identificativi di un territorio e di un paese.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social