Fusti abbandonati vicino al letto del Garigliano: dubbi sui rischi ambientali

Fusti abbandonati vicino al letto del Garigliano: dubbi sui rischi ambientali

Sono stati rinvenuti ieri dalla Polizia municipale di Rocca d’Evandro venti o forse trenta fusti interrati nei pressi del fiume Garigliano. Il rinvenimento, possibile a seguito di un incendio, ha allarmato i residenti della zona e non solo. L’eco di una scoperta che potrebbe avere conseguenze ambientali devastanti è arrivato anche nel sud Pontino dove il fiume sfocia.

Il Sostituto procuratore di Cassino che sta coordinando le indagini, Roberto Bulgarini Nomi, si occuperà di svolgere accertamenti concreti sulla natura del materiale contenuto in quei fusti per stabilirne l’eventuale pericolosità ambientale.

Il dubbio è che proprio questi riscontri possano portare all’apertura di un fascicolo di inchiesta per “disastro ambientale”.

Al momento oltre alla certezza del rinvenimento restano solo tanti interrogativi e altrettanta paura circa le conseguenze che nel tempo quel materiale abbandonato probabilmente da decenni posso aver comportato per l’ambiente e quindi per la salute pubblica.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social