LeS denuncia: “Condizioni inaccettabili per i poliziotti in servizio ai seggi elettorali”

LeS denuncia: “Condizioni inaccettabili per i poliziotti in servizio ai seggi elettorali”

Per pochi euro in più (che non coprono minimamente le ore di straordinario effettuate) i poliziotti in servizio di vigilanza presso i seggi elettorali vengono trattati come bestie.”

Così, il Segretario generale del  LeS Giovanni Iacoi ha manifestato il proprio rammarico. “Tralascio ogni polemica inerente i disagi affrontati dal personale della Polizia di Stato nel prestare il servizio di vigilanza ai seggi elettorali chiusi in una scuola dalle 14 del sabato fino alla mattina di lunedì, salvo complicazioni: dormire a turno in una aula scolastica su una brandina di legno, ricevere pasti confezionati poco commestibili”.

Continua il Segretario: “tra le tante notizie va segnalato quanto c’è pervenuto dal nostro Segretario generale provinciale di Palermo Pasquale Guaglianone, ovvero, il personale in servizio presso la locale Questura diretta dal dr. Renato Cortese, veniva ritirato anzitempo lo scarso giaciglio ivi presente, costringendo il personale in servizio dopo una notte di vigilanza a non potersi distendere neanche in caso di necessità. Non vogliamo però soffermarci più di tanto sui singoli casi che sull’intero territorio nazionale si verificano puntualmente.

Pertanto chiederemo ai parlamentari più sensibili alla tematica in argomento di presentare un’interrogazione parlamentare sulle criticità che devono affrontare le forze dell’ordine durante la vigilanza ai seggi elettorali e sulla necessità di rivedere i relativi compensi che devono essere evidentemente adeguati alle ore e ai disagi connessi”.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social