Asl Latina, radiologi sostituiti: interrogazione in Regione

Enrico Forte

 

“La Regione ha raggiunto, negli ultimi anni, obiettivi strategici in ambito di screening oncologici al fine di ridurre la mortalità o l’incidenza delle patologie sulla popolazione bersaglio – afferma in una nota il Consigliere Regionale Enrico Forte -.


Sappiamo bene quanto siano preziose le attività di screening e di prevenzione circa patologie insidiose che sempre di più colpiscono le donne. Questa Regione ha realizzato campagne di sensibilizzazione fondamentali come l’’Ottobre Rosa’ che ha visto l’estensione gratuita, oltre alle donne con una fascia d’età a rischio (50-69 anni) anche quelle fuori fascia ( 45-49 anni e 70-74 anni). Con un’azione capillare di prevenzione nel 2015 si sono estirpati 500 tumori maligni e successivamente operati in strutture sanitarie di riferimento della Regione Lazio.

Nel 2015, tramite uno specifico concorso, sono stati assunti a tempo determinato e prorogati fino al 30 Aprile 2017,  n°6 tecnici radiologi specialisti in mammografia. L’Azienda Sanitaria di Latina, unica nel Lazio, ha raggiunto nel 2016 il 100% degli obiettivi programmati, grazie al lavoro dei sanitari che, fra l’altro, hanno garantito la copertura di 5 sedi sull’intero territorio della Provincia di Latina ( Latina, Priverno, Fondi, Formia, Aprilia e le isole).

Contrariamente a quanto previsto dal DCA 386 del 7\12\2016, la Asl di Latina sta ponendo in essere la sostituzione dei tecnici radiologi attualmente incaricati con altri compresi in differenti graduatorie concorsuali. Per questo motivo – conclude Forte –  ho depositato quest’oggi un’interrogazione per comprendere per quale ragione  la Direzione Generale della Asl di Latina abbia assunto questa decisione”.