Fondi, 14enne morta in ospedale: fatale un’endocardite. Fissati i funerali

L'ospedale "Dono Svizzero"

Si terrà domani, venerdì, l’ultimo, commosso saluto alla 14enne di Fondi venuta improvvisamente a mancare a cavallo tra martedì e mercoledì presso l’ospedale di Formia, dov’era giunta da qualche ora in preda ad un forte e perdurante stato febbrile, per poi spirare intorno alle 2,30.

A stroncare la giovane vita di Francesca Di Biase, studentessa dell’Itc “Libero de Libero” assente dai banchi dal 20 gennaio, un’endocardite acuta, grave stato infiammatorio al rivestimento interno al cuore. Confermato, dunque, come già anticipato ieri, il decesso per cause che nulla hanno a che fare con un caso di meningite, spauracchio che allo choc di un’intera comunità per un’esistenza spenta in maniera tanto prematura aveva aggiunto lunghe ore di generale apprensione.


Circostanze che hanno trovato riscontro anche questa mattina nel corso dell’esame autoptico, eseguito “in trasferta” presso l’Icot di Latina dal professor Della Rocca, e protrattosi dalle 9,30 circa a mezzogiorno. Accertamento che non è stato disposto dalla Procura, bensì richiesto dallo stesso nosocomio dove la minore ha esalato l’ultimo respiro, il “Dono Svizzero”.

L’addio a Francesca, che avrebbe compito 15 anni il prossimi aprile, e che lascia nel più totale sconforto il papà Franco, il fratello Raffaele e la madre Clementina Spiezia, è stato fissato per le 11 di venerdì nella chiesa fondana di San Paolo. A curare le esequie, le onoranze funebri “Cipolla”.