“Centro anziani di Terracina al freddo”, la Spi/Cgil sollecita un intervento

“Centro anziani di Terracina al freddo”, la Spi/Cgil sollecita un intervento

“Il freddo ed il gelo di questi giorni sta mettendo a dura prova il centro sud e la nostra città di Terracina non fa eccezione”.

Il segretario generale della Spi/Cgil Lega di Terracina – Fondi, Lino Bucci, interviene sulla situazione del centro anziani

“Dura ormai da diversi giorni la situazione molto difficile del centro anziani ‘Gli Anziani’ con sede nel salone di Villa Tomassini laddove gli iscritti sono costretti, per sottrarsi alle rigide temperature, a portarsi alcune stufe  ivi compreso un forno elettrico da cucina.

L’utilizzo di detti mezzi espone gli anziani al rischio di incidenti in quanto detta struttura non è conforme alle norme di sicurezza che detti elementi richiederebbero.

Al di la dei bellissimi progetti e grandi sogni i cittadini non più giovani chiedono la soluzione di questa tipologia di problemi che rappresentano difficoltà non facili da superare nel corso della loro vita di tutti i giorni.

Non ce ne voglia nessuno ma questa vicenda dimostra l’assoluta inefficienza dell’amministrazione comunale a tutt’oggi incapace di risolvere in tempi rapidi un problema semplicissimo.

Gli anziani, come ben noto a tuti, sono più suscettibili agli effetti delle basse temperature e li espone al peggioramento di patologie croniche specifiche della loro età.

Dopo cinque anni finalmente era stato risolto il problema della sede che prima sotto il livello stradale in una palestra di via Leopardi ma nel frattempo ne nasce un altro altrettanto rilevante che è quello del freddo del locale di Villa Tomassini.

Nell’ambito della medesima palazzina insistono gli uffici comunali regolarmente riscaldati e, per fortuna degli anziani, ne usufruiscono solo nei giorni di rientro degli impiegati. La domanda, come affermava  un noto giornalista, sorge spontanea : perché non prolungare l’accensione del riscaldamento anche negli altri giorni magari solo per quelle ore di apertura del Centro?

Abbiamo notizia del probabile acquisto anche di un climatizzatore che potrebbe risolvere parzialmente il problema ma tutto ciò andrebbe fatto in tempi rapidissimi.

Questa è la richiesta che rivolgiamo direttamente al sindaco Procaccini che, vogliamo ricordarlo, aveva inserito il problema di detta sede, più confortevole della precedente,  nel suo programma elettorale per cui ci aspettiamo la fedele e completa attuazione.

Oltre all’aspetto prettamente fisico c’è anche quello psicologico in quanto tanti iscritti sono costretti a causa delle basse temperature esistenti nella sala, a rimanere tra le mura  di casa, in tantissimi casi in perfetta solitudine, negandosi  qualche ora di meritata socializzazione che in qualche caso sfocia anche nella depressione.

Non ci stancheremo mai di ripetere che gli anziani devono essere considerati una risorsa, non solo a parole, una fonte dalla quale attingere saggezza e pertanto soggetti che hanno il diritto di frequentare i loro simili in ambienti di socializzazione confortevoli”.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social