L’associazione “Terre di Ulisse” invita a un turismo dinamico

L’associazione “Terre di Ulisse” invita a un turismo dinamico

 

E’ trascorso oltre un decennio dall’ultimo assessore al Turismo, attento e sensibile alle problematiche del settore con iniziative interessanti, con l’obiettivo di far uscire la nostra Città dagli angusti confini casalinghi e proiettarne la conoscenza a livello nazionale e internazionale”.

L’associazione culturale e di promozione turistica “Le Terre di Ulisse” di Terracina mette in evidenzia l’importanza che il turismo ricopre per la cittadina e anche la necessità di dare nuova linfa vitale al settore.                             

“Vogliamo ricordare – sottolinea il presidente dell’associazione, Carlo Di Meo – il Buy Lazio, settembre 2006, ospitato nel palazzo vescovile della nostra Città, e per chi ignora cosa sia, ci permettiamo un brevissimo accenno: è un workshop  turistico  con la partecipazione di buyers stranieri e sellers: è stato un grande momento di ribalta internazionale. Non va dimenticata la partecipazione alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, in collaborazione con l’Istituto Professionale Filosi, che ne curò l’organizzazione e la gestione.

Ci auguriamo che riprenda con esso una proficua e qualificata collaborazione.

Negli stessi anni il ‘Visit Latina’ per destagionalizzare il flusso turistico e valorizzare l’intero entroterra della Provincia, con territori d’eccellenza come i Giardini di Ninfa, il Parco Regionale dei Monti Ausoni, il Parco Nazionale del Circeo con i laghi costieri,  le Abbazie di Fossanova e Valvisciolo, il Monastero di San Magno.
Nel marzo 2006 è stato ospitato a Terracina il Convegno Regionale sui Sistemi Turistici Locali la cui finalità era la spinta al processo aggregativo d’interesse e di proposta per stimolare enti locali, imprese, operatori e associazioni a un’attività sinergica per fare sistema e realizzare un efficace volano per lo sviluppo economico e sociale territoriale.

Si pensi a costituire un Consorzio che riunisca tutti i Comuni costieri della Riviera di Ulisse.

Costruiamo – conclude il presidente Di Meo – la vacanza Made in Terracina, su misura per il turista evoluto: patrimonio artistico, meravigliosi paesaggi, straordinari sapori, una vacanza irripetibile. Vogliamo far ritornare il flusso turistico dei tedeschi, degli svedesi, far scoprire la Città all’intera Europa, al mondo perchè abbiamo molto da offrire”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social